#Libri di settembre: le migliori letture per il ritorno alla quotidianità

 

Rieccoci qui freschi di vacanza con addosso ancora le sensazioni, gli odori e le immagini delle vacanze appena concluse. Il rientro non è affatto facile, tornare ai fagocitanti ritmi quotidiani è un trauma, ma c’è sempre un modo per staccare il cervello e catapultarsi in una realtà parallela: leggere!!
Ecco i nostri suggerimenti per questo mese di settembre, libri coinvolgenti che toccano varie corde della vostra emotività (o curiosità a seconda della scelta che farete) e che renderanno più piacevole e leggero anche il tram tram giornaliero.

Scarti – Jonathan Miles

Scarti di Jonathan Miles
Scarti – Jonathan Miles

Scarti è un libro molto particolare, difficile da recensire e, forse, anche da raccontare.
E’ composto da tre storie apparentemente slegate tra loro: quella di Talmadge e Micah che vivono e si nutrono raccogliendo ciò che gli altri buttano nei cassonetti e occupano abusivamente un’abitazione abbandonata, quella di Elwin, professore di linguistica recentemente abbandonato dalla moglie Maura, con il pensiero costante di un padre malato di Alzheimer, e poi la storia di Sara, vedova tradita dell’11 settembre con una figlia adolescente che idealizza il padre e detesta la madre.

Queste tre vite così distanti tra loro sono in realtà accomunate da qualcosa: gli scarti, quelli di cui la coppia si serve per vivere, scarto è quello che sente di essere il professore dopo l’abbandono da parte della moglie e scarti di amore sono quelli che restano a Sara per aver nascosto alla figlia la verità sul padre morto.
Il libro è difficile perché mette a dura prova il lettore, la storia non coinvolge chi la legge fino alla metà (considerando che parliamo di più di 500 pagine, l’impresa è ardua), ma la seconda metà del libro è davvero incredibile. Improvvisamente i personaggi prendono corpo e risulta impossibile staccarsi da loro, terminare il libro sarà un dispiacere… provare per credere!!

La luce della sera – Edna O’Brien

La luce della sera di Edna O'Brien
La luce della sera – Edna O’Brien

Un romanzo semi-autobiografico, in quanto costruito sulla base del rapporto reale tra la madre dell’autrice e la stessa Edna, un rapporto a distanza, difficile perché ferito dai buchi neri quotidiani che si creavano ogni giorno tra la figlia famosa e la madre contadina.
Il romanzo è molto intenso e forte sul sentimento viscerale tra madre e figlia, è una storia fatta di lettere e slanci d’amore, risentimenti e amarezze, sensi di colpa e travisamenti. La luce della sera è un racconto appassionato e appassionante che vi sorprenderà fino all’incontro conclusivo pieno di rivelazioni inaspettate.

Isola grande Isola piccola – Francesca Marciano

Isola grande Isola piccola di Francesca Marciano
Isola grande Isola piccola – Francesca Marciano

Sulla quarta di copertina si legge: “La sua nuova vita la stava aspettando dietro l’angolo. Bastava solo saltarci dentro. Non c’era nulla da temere. Dopo­tutto i grandi cambiamenti arrivano così, senza preavviso, come le alluvioni o gli incendi”.
E’ un estratto del nuovo romanzo di Francesca Marciano, meglio conosciuta e apprezzata all’estero che in Italia in quanto per scelta scrive e pubblica i suoi romanzi da sempre in inglese.

Isola grande Isola piccola, pubblicato in Italia solo un paio di mesi fa, è uscito negli Stati Uniti un anno fa con il titolo The other language e da subito ha ottenuto delle ottime recensioni, è arrivato tra i tre finalisti del premio The Story Prize ed è stato molto apprezzato anche da Michiko Kakutani, la severissima critica del New York Times.

Il libro raccoglie una serie di racconti nei quali troverete percorsi geografici di luoghi e sentimenti, partenze, separazioni, passaggi di crescita adolescenziali, lutti, viaggi nel passato e nel presente, ironia e uno sguardo sempre attento e appassionato alle esistenze che vengono raccontate e nelle quali troverete parti di voi stessi.

Diario di una vegetariana – Giulia Rizzi

Diario di una vegetariana di Giulia Rizzi
Diario di una vegetariana – Giulia Rizzi

Questo di Giulia Rizzi non è il classico libro di cucina con una mera lista di ricette più o meno accattivanti e gustose. Diario di una vegetariana si pone l’obiettivo di conquistare anche gli scettici e gli onnivori più convinti che immaginano che l’alimentazione dei vegetariani sia fatto solo tristi insalatine scondite.

Di fatto questo libro oltre a raccogliere 100 ricette vegetariane e vegane facili da realizzare e perfette per il pranzo di ogni giorno, per un aperitivo con gli amici o una cena in famiglia, è un tripudio di colori e di profumi, idee di accostamenti audaci che, seppur solo per curiosità e per gola, faranno capitolare anche i carnivori più convinti.

Ciò che inferno non è – Alessandro D’Avenia

Ciò che inferno non è di Alessandro DAvenia
Ciò che inferno non è – Alessandro D’Avenia

Ne hanno parlato moltissime testate, è di certo uno degli autori emergenti più interessanti del panorama italiano e questo è senza dubbio la sua opera più matura.
Siamo a Palermo, anno 1993. Federico è studente modello del liceo classico Vittorio Emanuele II, ha diciassette anni e un’esperienza di studio all’estero che lo attende. In questo frangente conosce 3P, ovvero Padre Pino Puglisi, così chiamato ironicamente dai ragazzi.

Con lui Federico scoprirà un'”altra” Palermo, quella del quartiere Brancaccio, dei casermoni di cemento, di Cosa Nostra, ma anche la città del coraggio e della speranza. Attraverso questo romanzo, Alessandro D’Avenia ridà vita in questo romanzo al “suo” don Pino, un uomo reale, straordinario, eroe del quotidiano e capace di riconoscere anche nell’abisso infernale “ciò che inferno non è”.

 

Credits photo: Minimum Fax, Elliot, Bompiani, Food District, Mondadori 

 

 

 

di Carlotta Di Falco

  • In questo articolo:
  • Libri