Libri: le novità del mese di luglio 2015

 

Anche questo mese abbiamo selezionato i libri più interessanti e suggestivi del momento, storie che siano in grado di arricchire i vostri momenti di relax.
I 3 libri scelti hanno qualcosa in comune: il caos, visto, vissuto e analizzato da tre punti di vista molto differenti. Eccoli di seguito:

Quella certa dipendenza dal tasto Invio – Lucia Del Pasqua

"Quella certa dipendenza dal tasto Invio" di Lucia Del Pasqua
“Quella certa dipendenza dal tasto Invio” di Lucia Del Pasqua

Che succede quando non ci sente a pieno figli del nostro tempo?
Succede che si vive di contraddizioni, di caos interiore e in continuo conflitto con sé stessi e il mondo che ci circonda.
Ma partiamo dal principio: questo di Lucia Del Pasqua è un romanzo moderno, talmente moderno da chiamarsi #romanzo.

La protagonista è Penelope, nostalgica delle belle abitudini del passato, quando per comunicare con qualcuno si usava il telefono fisso, le cabine telefoniche e i social network non esistevano.
Lei è una fashion blogger sebbene odi la moda, esce con quelli della moda sebbene non li sopporti, scrive pezzi sulle ultime tendenze che trova noiosissime e non ha un buon rapporto con i social network anche se ci campa. La fashion blogger Penelope è cinica, sceglie di essere illuminista in cambio che romantica, ma poi proprio sui social trova il suo Ulisse, Yiannis, che vive ad Atene.
Dopo mesi di chat i due concretizzano il rapporto virtuale decidendo di incontrarsi a Parigi, da lì comincia l’andirivieni tra Italia e Grecia e Penelope da libertina e cinica diventa sempre più gelosa, paranoica, romantica e Yiannis sempre più distaccato.
Forse sarebbe stato meglio rimanere illuminista? Una gran confusione nella quale vi ritroverete a pieno!!

Facciamo ordine – Sabrina Toscani

"Facciamo ordine" di Sabrina Toscani
“Facciamo ordine” di Sabrina Toscani

E’ un dato di fatto: la nostra vita è dettata da dinamiche e ritmi che ci fanno essere sempre di corsa, con la sensazione perenne e costante di dover sempre rendere conto a qualcosa o a qualcuno, con il senso di colpa di non fare o di non esserci abbastanza, con il senso di dovere nei confronti del lavoro, della famiglia e degli amici, ma noi stessi che fine facciamo? Tutto questo dispendio incontrollato di tempo e di energie genera ansia e un sentimento di sopraffazione per le mille cose da fare. Per far fronte a tutto ciò e tornare a essere felici Sabrina Toscani, l’autrice di questo libro, propone un metodo di semplificazione della vita che aiuta a vivere organizzati e felici.

La Toscani partendo da studi neuroscientifici che sostengono che le persone organizzate vivono mediamente di più, sviluppano solide relazioni sociali, ottengono maggiori successi lavorativi, si prendono cura di sé stessi e sono generalmente più felici, è arrivata a elaborare il metodo SRC, ovvero semplifica e riprendi il controllo. In cosa consiste?
La prima azione da mettere in pratica è semplificare: non si può fare tutto e bene, così come non si possono impegnare spazi che non ci sono e investire energie che non ci appartengono, quindi dopo aver acquisito consapevolezza di sé è necessario semplificare la vita per poi passare a organizzarla e riacquistarne il controllo.

Facciamo ordine non è manuale, né tantomeno un saggio, è un libro che pone l’accento sulle emozioni, di come queste incidano sulla qualità della nostra vita e sul perché sia necessario imparare a gestirle. Non esistono metodi universali, siamo tutti diversi, ma l’importante è migliorare le proprie abilità organizzative che ci permettono con consapevolezza di raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti e ci consentono di tornare a vivere emozioni positive.
Organizzare la propria vita non vuole dire perdere la spontaneità, ma al contrario lasciare alla creatività maggior spazio per esprimersi e amplificare i momenti di serenità: provare per credere!!

Braccialetti Azzurri – Albert Espinosa

"Braccialetti Azzurri" di Albert Espinosa
“Braccialetti Azzurri” di Albert Espinosa

Lui è l’autore di Braccialetti Rossi da cui è stata tratta la fortunata serie che conosciamo tutti trasmessa su RaiUno. In Braccialetti Rossi  l’autore ci ha raccontato la sua storia personale, vi ricordate di Leo? Nella realtà è proprio Albert: anche lui come il protagonista della serie fu dato per spacciato, ma poi la vita gli ha regalato una seconda possibilità.
In Braccialetti azzurri lo scrittore spagnolo narra la storia di cinque ragazzi che si oppongono a un mondo dalle regole aride e insensate e affida loro il suo messaggio più forte: amare il proprio caos, perchè è ciò che ci rende diversi e unici.

Braccialetti Azzurri
invita a dare più importanza ai nostri desideri, a vivere ogni giorno intensamente, come se fosse l’ultimo, fare tutte quelle cose che ci rendono davvero felici, dimenticando le regole di un mondo che intendono solo addomesticarci.
Amare il proprio caos non significa apprezzare solo gli aspetti positivi della vita, ma apprezzarla in un senso più completo, imparando a vedere nel dolore, nella rabbia e nel lutto un’occasione di arricchimento.
Non esiste la felicità: esiste solo il sentirsi felice ogni giorno. Per questo è fondamentale amare il proprio caos”: parola di Albert Espinosa.

 

 

Credits foto: Baldini&Castoldi, Mondadori, Salani Editore

di Carlotta Di Falco

  • In questo articolo:
  • Libri