Maison Etoile Roma: il primo cinema-negozio del mondo

Maison Etoile Roma
Maison Etoile Roma

Massimo Pieroni, Rancati, Rocchetti, Gabriella Pascucci, Gianni Gianese, Luigi Sergianni e i premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, sono nomi apparentemente sconosciuti ma indispensabili per chi lavora dietro la camera da presa.
Sono gli artigiani-artisti che popolano Cinecittà e che fan sì che un film valga una statuetta.

Le parrucche di Rocchetti in Maria Antonietta di Sofia Coppola
Le parrucche di Rocchetti in Maria Antonietta di Sofia Coppola

Louis Vuitton li ha raccolti tutti e li porta sul grande schermo con un documentario: Handmade Cinema.

Il documentario viene proiettato in esclusiva nel primo cinema-negozio del mondo, la Maison Etoile di Roma. L’Etoile è una sala di cinema storica dove il brand ha deciso di aprire uno showroom di tutto rispetto, un vero omaggio a chi il cinema lo ha reso grande.

Il mini-film di 50 minuti ricorda un pò Nuovo Cinema Paradiso, la magia della sala buia e quel nostalgico susseguirsi di baci famosi magistralmente cuciti insieme da Philippe Noiret.

Il cappello indossato da Depp del famoso artigiano Massimo Pieroni
Il cappello indossato da Depp del famoso artigiano Massimo Pieroni

Il documentario è commentato da Chiara Mastroianni che appare anche nel documentario accanto al padre durante le riprese di La Città delle donne di Fellini.

Viene ricordato un mondo che con il 3D rischia di scomparire, ma che il marchio Vuitton intende sostenere investendo sui giovani del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma attraverso borse di studio e laboratori di costume, il primo diretto da Piero Tosi (5 nomination all’Oscar per i suoi abiti).

Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo alla notte degli Oscar 2012
Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo alla notte degli Oscar 2012

All’interno della Maison ci sarà una programmazione cinematografica continua: si alterneranno film di culto con corti di nuovi registi italiani. All’interno dello spazio è lo schermo a dominare lo sguardo, mentre la grande scalinata a spirale ricorda le bobine delle pellicole e poi il buio, per ricreare quell’inconfondibile atmosfera da cinema.

di Carlotta Di Falco