Masterchef Italia: il riassunto della quinta puntata

I giudici di Masterchef con Graham Elliot - foto Masterchef
I giudici di Masterchef con Graham Elliot – foto Masterchef

Ieri sera mentre su Skyuno è andata in onda la quinta puntata di Masterchef Italia, Twitter ha sfrigolato come una vivace frittura di supplì. La serata si apre con la mystery box ed un memento mori dei giudici a Michele (Guida) che la scorsa volta ha rischiato di uscire. L’ingrediente principale della mystery box è il carrè di agnello da preparare in 45′ di tempo. La prova si svolge con Cracco che fa del bullismo ad Almo, forse perché teme che assieme al suo ascot piacione possa attentare allo status di figus magnum, mentre Laura prendendo alla lettera il mantra che i giudici ripetono in ogni puntata (Assaggiate!) si attacca ad una bottiglia di Morellino in dotazione nella mystery.

Emma, Enrica e Michele (Guida), quest’ultimo miracolosamente sopravvissuto all’anatema iniziale, sono tra i migliori ed Emma si aggiudica il vantaggio nell’invention test. Arriva l’ospite internazionale, Graham Elliot, chef stellato americano, giudice dell’edizione Masterchef Usa. Emma sceglie il bisque di mais tra i 3 piatti proposti da Graham Elliot, presi direttamente dal menù cucinato dallo chef per il compleanno di Barack Obama, “o capo delle nazioni mondiale” come viene ribattezzato da Salvatore 9/8. Il bisque è una zuppa di mais e peperoni che ricorda un passatino da svezzamento e fa storcere il naso a tutta la rete.

Chef Elliot fa vedere ad Emma come cucinare la bisque e se non bastasse sorbirsi la preparazione di codesta sbobba ci pensa Rachida a lasciarci l’amaro in bocca. Dopo l’assaggio del piatto parte un alterco con Bastianich che la rimprovera di non ascoltare commenti e critiche, Rachida si prodiga in uno slacciamento di grembiule, schiamazzi e farsesca uscita di scena. Il popolo di Twitter è in delirio quando Cracco – da ora in poi “il guastafeste Cracco” – infrange il sogno di molti, richiamandola in gara.

La bisque migliore è quella di Alberto seguita da quella di Salvatore 9/8, mentre Michele (Guida), fa una prova deludente perchè è intollerante al peperone (leggi: anatema) e non può assaggiare il piatto: finisce tra i peggiori assieme a Beatrice e Giorgio. Beatrice, amata dalla rete come l’errore 404, piange imbarazzata ma è il silenzioso Giorgio a dover lasciare il grembiule.

Il guastafeste Cracco lo saluta con una supercazzola dall’intento consolatorio che però si rivela deprimente come solo Il secondo tragico Fantozzi.

La prova in esterna a squadre è al circolo del polo equestre, dove Bastianich si presenta in versione dandy e si intrattiene amabilmente conversando con le ospiti del circolo mentre Barbieri e il guastafeste Cracco sudano appresso alle squadre rosse e blu, capitanate da Alberto e Salvatore 9/8. I menu sono complessi ed elaborati, gli ospiti del circolo ascoltano le presentazioni annuendo ma con la fame bruta, dopo ore di polo equestre farebbero altrettanto davanti ad un happy meal. Per 4 voti vince la squadra blu e la rossa va al pressure-test. I giudici chiamano Alberto che deve scegliere il peggiore a suo giudizio e chiama Michele (Guida), l’intollerante ai peperoni. I due devono scegliere un compagno per il pressure test. Michele sceglie Almo ed Alberto sceglie Laura: Eleonora, Ludovica ed Emma sono salve. Per il pressure test devono preparare gnocchi bianchi e verdi con spinaci, accompagnati da una fonduta di formaggi. Michele e Almo si salvano, mentre Alberto e Laura si sfidano con la parmigiana di melanzane. Laura, forse ancora stordita dal Morellino fa una prova deludente mentre Alberto prepara un buon piatto e serve in tavola le sue emozioni ed i suoi sogni, che inteneriscono la rete (e la redazione di Bigodino tutta).

Vi è piaciuta questa puntata? Vi riconoscete con i tweet del pubblico? Raccontatemelo nei commenti, vi aspetto!

di Ilaria Danesi