Meryl Streep: i mille volti della diva

 

Il 10 settembre la diva più premiata della storia Meryl Streep sbarcherà nelle sale di tutta Italia con il suo nuovo film, Dove eravamo Rimasti, dove interpreta una famosa cantante rock che ha dedicato l’intera vita alla musica, sacrificando anche i rapporti con la propria famiglia.
Ma quando la figlia Julie (interpretata dalla vera figlia di Meryl, Mamie Gummer) tenta il suicidio, per Ricki è il momento di tornare dalla sua famiglia e cercare di recuperare il loro rapporto. Il film, oltre ad avere lei come protagonista (che è garanzia di successo), vanta una sceneggiatura curato da Diablo Cody, premio oscar per Juno, che nello specifico si è ispirato alla storia di sua suocera.
Il film è agrodolce, ironico e commovente insieme.

Dove eravamo rimasti
Dove eravamo rimasti

Guardando il trailer di questo film mi sono resa conto di quanto questa attrice abbia saputo essere trasformista e grandiosa in ogni sua interpretazione. In effetti le sue 19 nomination all’Oscar, con ben 3 vittorie, la dicono lunga sulla sua bravura.
Meryl Streep ha incarnato donne disperate, donne di ferro, amanti appassionate, senzatetto, mamme accorate o isteriche, quello che mancava era solo una rockstar.

Sarebbe impossibile ricordare tutti i personaggi interpretati dalla Streep: ho fatto una selezione (la scelta è stata molto ardua) di quei personaggi che ricordo con maggiore affetto e che, in qualche modo, hanno dettato legge nella storia del cinema.

Kramer contro Kramer

Kramer contro Kramer
Kramer contro Kramer

Come dimenticare l’intensa e confusa Joanna, la donna che per il desiderio di affermazione, abbandona figlio e marito. E’ uno dei film che meglio descrive le difficoltà e lo strazio emotivo di un divorzio. Per questo ruolo la Streep vince il suo primo Oscar nel 1980.

La scelta di Sophie

La scelta di Sophie
La scelta di Sophie

Qui era Sophie, polacca reduce da una terribile e traumatica esperienza nel campo di concentramento, che dovrà scegliere tra l’amore di due uomini. Un personaggio difficilissimo e una storia drammatica e complessa, che le fece ottenere la seconda statuetta.

La mia Africa

La mia Africa
La mia Africa

La bellissima e controversa storia d’amore tra la bella scrittrice Karen Blixen e Denys, interpretato da un affascinante Robert Redford. Quante persone si sono innamorate dell’Africa vedendola attraverso gli occhi di Karen? Tante!

La morte ti fa bella

La morte ti fa bella
La morte ti fa bella

Dopo tanti ruoli drammatici, Meryl Streep ha dimostrato di sapere essere molto convincente anche in versione ironica e divertente con questa commedia grottesca che vinse un Oscar per i migliori effetti speciali. Qui il suo personaggio è alla spasmodica ricerca dell’eterna bellezza e giovinezza: il film è un evidente critica alla società che fonda i suoi principi sulla bellezza e la giovane età.

I ponti di Madison County

I ponti di Madison County
I ponti di Madison County

In questa struggente storia d’amore lei è Francesca, una casalinga di origine italiana che si innamora di Robert, un fotografo di passaggio. Tra i due scoppia una passione molto forte che metterà Francesca davanti la difficile decisione di scegliere tra la famiglia e questo grande amore. Un film che coinvolge come la prima volta.

The Hours

The Hours
The Hours

Questo è uno dei miei preferiti, forse tra i più difficili della storia del cinema, non solo per la trama in se, già molto complessa, ma per come i vari interpreti siano riusciti trasmettere le sfumature di ogni emozione, di ogni turbamento, per come abbiano saputo rendere reali e credibili i sottili equilibri delle relazioni.

Qui Meryl è la protagonista della storia ambientata nel 2001 e interpreta una donna matura omosessuale, un ruolo determinante nell’evoluzione finale del film.

Il diavolo veste Prada

Il diavolo veste Prada
Il diavolo veste Prada

Indimenticabile nei panni di Miranda Priestley, il personaggio ispirato alla temutissima direttrice di Vogue America Anna Wintour, che per la prima volta traveste Meryl Streep da cattiva: interpretazione riuscitissima.

Mamma mia!

Mamma mia!
Mamma mia!

Divertente e esilarante nei panni di Donna del musical Mamma mia! In questo caso Meryl Streep ha dimostrato che, oltre alle sue indiscusse doti recitative, ha anche delle eccellenti doti canore.

The Iron Lady

The Iron Lady
The Iron Lady

Questo film le ha fatto vincere il suo terzo Oscar nel 2012. Il personaggio da interpretare in questo caso era Margaret Thatcher, la Lady di Ferro, una grandissima sfida che Meryl ha affrontato con professionalità e discretezza, nel rispetto di una donna che ha fatto storia e ha reso grande il suo paese.

 I segreti di Osage County

 I segreti di Osage County
I segreti di Osage County

Il film lascia un po’ di amaro in bocca, come se qualche aspetto non venisse ben approfondito, ma la sua interpretazione di Violet, isterica, infelice e ripugnante donna che getta fango sulla sua famiglia e sulle sue figlie senza ritegno nonostante il recente lutto del marito scomparso, è eccezionale.

Ho cercato qualche curiosità su di lei, quella che più ha colpito la mia attenzione?
Meryl Streep è felicemente sposata con Don Gummer, suo primo e unico marito, dal 1978, un altro eccellente traguardo della Diva delle dive.

di Carlotta Di Falco