Oggi è Il Mistress Day: il San Valentino degli amanti

Oggi 13 febbraio a New York è il Mistress Day, ovvero la festa degli amanti.
Proprio così, da oggi anche tu che vivi una relazione extraconiugale avrai la tua festa dell’amore clandestino. Il New York Post svela infatti l’abitudine segreta dei mariti newyorchesi fedifraghi: festeggiare S. Valentino, il giorno degli innamorati, con le mogli e fidanzate ufficiali e celebrare il 13 febbraio con le amanti nascoste.

Considerando l’enorme quantità di rapporti fedigrafi non è poi un’idea così sbagliata, no?

I fatti parlano chiaro, i manager dei grandi ristoranti della grande mela ammettono che in effetti il 13 febbraio è uno dei giorni più trafficati dell’anno: come volevasi dimostrare.

Ma la nostra Italia pare che non sia da meno. Secondo un sondaggio condotto da Ashleymadison.com, portale di incontri extra-coniugali per eccellenza, ben il 73% degli amanti nostri connazionali lo festeggerà.

Sempre secondo il sondaggio per la maggior parte degli utenti di casa nostra, per il Mistress Day tutto sarà sapientemente calcolato: per il 38% l’incontro con l’amante avverrà in un ristorante appena fuori città, poco frequentato da amici, familiari e colleghi o in locali molto discreti con luci soffuse, mentre una buona percentuale di utenti maschili (35%) dichiara di aver prenotato nello stesso posto per entrambe le serate, con il benestare di camerieri e barman, per evitare sbattimenti inutili, diciamo.

Non so te, a me questa festa risulta molto più divertente di quella di San Valentino, se non altro per le gaffes e le dinamiche malate che si innescheranno nel corso della serata.

Parlando di infedeltà, mi viene in mente un film che mi aveva colpito perché affronta il tema del tradimento in modo piuttosto realistico.

Se stasera non sarai in giro a festeggiare il tuo Mistress Day, potresti noleggiarlo.

Last Night

Il tradimento è argomento caro alla settima arte, ognuno ha da dire la sua in merito, ognuno in base alle proprie esperienze, desideri oppure paure.
Last Night, scritto e diretto da Massy Tadjedin, ce ne offre uno spaccato molto verosimile ponendo al centro di tutto una giovane coppia benestante.

I due sono ancora innamorati, ma la noia e l’abitudine li portano a subire il fascino della novità che, nel caso dell’uomo, si traduce in un’avvenente collega mentre in quello della donna, assume le sembianze di un amore passato, non espresso e mai dimenticato.
Il tutto si svolge nell’arco di tre giorni ed è ambientato in una New York stranamente anonima: gli interni extra-lusso di appartamenti ed alberghi tanto alla moda sono volutamente freddi, esattamente come i personaggi che li abitano o come le canzoni della colonna sonora, scelte ad hoc per creare l’atmosfera di squallore emotivo.

Ciò che rende ancor più credibile la vicenda è il distacco, la difficoltà di comunicazione ed i capricci sentimentali dei protagonisti, tanto veri da risultare irritanti. L’evoluzione in parallelo dei due tradimenti è un buon escamotage narrativo per portare all’atteso incontro della coppia dopo gli avvenimenti della notte appena trascorsa.
Il cast vede Eva Mendes, Sam Worthington, Guillaume Canet e Keira Knightley, il punto forte della pellicola.

Buona visione!!

di Carlotta Di Falco