Oscar 2017: è stato annunciato il film sbagliato, vince Moonlight

L’89sima edizione degli Oscar è stata ricca di colpi di scena. Ad aprire la cerimonia Justin Timberlake che cantando Can’t stop the feeling dal red carpet all’esterno del Dolby Theatre e poi entrato nel teatro facendo ballare tutti i presenti, compresa la moglie Jessica Biel che ha raggiunto in platea e ha baciato appassionatamente.
Il presentatore, Jimmy Kimmel, ha debuttato con un simpaticissimo discorso che prendeva in giro i presenti più illustri, molto divertente e ironico, tra questi è stata colpita anche Meryl Streep che di risposta ha ricevuto un’emozionante standing ovation.

Il nostro documentario Fuocoammare di Gianfranco Rosi non vince e lascia il posto a O.J, Simpson, an american story, mentre l’Italia porta a casa una statuetta per il Miglior trucco grazie allo splendido lavoro di Alessandro Bertolazzi in Suicide Squad che al momento della proclamazione ha detto: “Io sono italiano, questo Oscar è per tutti gli immigrati“.

La serata ha visto poi un’altra standing ovation per Shirley McLaine, che con Charlize Theron ha annunciato l’Oscar per il miglior film straniero andato a Il Cliente di Asghar Farhadi che, come già annunciato da giorni, non era presente alla cerimonia, ma che ha lasciato un discorso scritto che recitava così: “La mia assenza è un atto di rispetto verso i miei concittadini e quelli di altri sei paesi che hanno subito una mancanza di rispetto per una legge disumana. Dividere il mondo in due categorie, noi e i nostri nemici, porta alla paura“.

Moonlight è il Miglior film 2017

Ma arriviamo al momento clou della serata, ovvero la proclamazione del Miglior film e il terribile errore dell’annuncio del film vincitore. Come ha spiegato Berry Jenkins, il regista di Moonlight, nella busta c’era chiaramente scritto Moonlight, però il fatto è che nella busta c’erano due biglietti, nell’altro biglietto c’era scritto “Emma Stone per La La Land”, era praticamente una copia che annunciava la vittoria della Stone nella categoria migliore attrice protagonista e Warren Beatty ha semplicemente letto quel biglietto, uscito per primo dalla busta.

Fatto sta che dopo l’annuncio errato il cast di La la land è salito felicissimo sul palco facendo il discorso di ringraziamento di rito che è stato brutalmente interrotto dalla notizia dell’errore, come potete vedere nel video di seguito:

In ogni caso La La Land di Damien Chazelle porta sa casa sei statuette tra cui l’Oscar come migliore regia, che fa entrare Chazelle nel Guinness dei primati: con i suoi 32 anni è il più giovane regista di sempre.

Ecco la lista completa dei vincitori:

Miglior film Moonlight

Miglior attrice protagonista Emma Stone per La La Land

Emma Stone agli Oscar 2017
Emma Stone agli Oscar 2017

Miglior attore protagonista Casey Affleck per Manchester by the Sea

Miglior attrice non protagonista Viola Davis per Barriere

Miglior attore non protagonista Mahershala Ali per Moonlight

Miglior regia a Damien Chazelle per La La Land

Miglior film straniero a Il cliente (Forushandeh) di Asghar Farhadi (Iran)

Miglior sceneggiatura non originale a Barry Jenkins e Tarell McCraney per Moonlight

Miglior sceneggiatura originale a Kenneth Lonergan per Manchester by the sea

Miglior canzone va a “City of Stars” di Justin Hurwitz, Benj Pasek e Justin Paul in La La Land

Miglior colonna sonora a Justin Hurwitz per La La Land

Miglior fotografia a Linus Sandgren per La La Land

Damien Chazelle agli Oscar 2017
Damien Chazelle agli Oscar 2017

Miglior cortometraggio a Sing di Kristóf Deák

Miglior cortometraggio documentario a The White Helmets di Orlando von Einsiedel e Joanna Natasegara

Miglior montaggio a John Gilbert per “La battaglia di Hacksaw Ridge”

Migliori effetti speciali a Robert Legato, Adam Valdez, Andrew R. Jones e Dan Lemmon per “Il libro della Giungla”

Miglior scenografia a Sandy Reynolds-Wasco e David Wasco per La La Land.

Miglior film d’animazione a Zootropolis di Rich Moore e Byron Howard

Miglior corto di animazione a Piper del regista di origine italiana Alan Barillaro.

Miglior montaggio sonoro a Sylvain Bellemare per Arrival

Miglior sonoro a Kevin O’Connell, Andy Wright, Robert Mackenzie e Peter Grace per “La battaglia di Hacksaw Ridge”

Miglior documentario a “O.J.: Made in America”. Battuto l’italiano Fuocoammare di Gianfranco Rosi

Migliori costumi a Colleen Atwood per Animali fantastici e dove trovarli

Miglior trucco ad Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson per Suicide Squad

Casey Affleck agli Oscar 2017
Casey Affleck agli Oscar 2017

di Carlotta Di Falco