Primavera Sound 2015: tutto quello che c’è da sapere

 

Sta per partire la quindicesima edizione del Primavera Sound Festival che si terrà dal 28 al 31 maggio a Barcellona, uno degli eventi più articolati legati alla musica live. Non solo concerti (e vedrete che line-up!), ma approfondimenti sulla musica in diversi aspetti, dalla grafica dei poster fino all’evoluzione della produzione musicale, dalla musica emergente alle diversità etnico-culturali delle band di diversi paesi.

Portishead_-_Primavera_Sound_2008
Portishead al Primavera Sound (2008)

Per farvi una mappa ideale del Primavera Sound festival, ecco tutto quello che c’è da sapere prima di partire alla volta di Barcellona.

Primavera sound – main event

Blackkeys
Black Keys live

Il Primavera Sound si divide in diversi eventi: quello principale si identifica con il main stage al Parc del Fòrum dove dal 28 al 31 maggio suoneranno The Black Keys, Interpol, The Strokes, Patti Smith, Damien Rice, Belle & Sebastian, The Replacements, Ride, Antony and the Johnsons, Alt-J, Underworld, Richie Hawtin, Andrew Weatherall, Christina Rosenvinge, The Julie Ruin, Babes In Toyland, Foxygen, Cinerama, Giant Sand, Run The Jewels, Los Punsetes, Jon Hopkins e molti altri; la line-up completa dell’evento sul sito Primaverasound.

Tra le novità dell’ultimo minuto una secondo concerto per gli Interpol: due giorni prima del loro concerto del 30 maggio al Parc del Fòrum suoneranno il 28 Maggio alle ore 17.00 nella Sala Apolo, all’interno della programmazione di Primavera Als Clubs.

Paul Banks of Interpol
Paul Banks degli Interpol

Primavera Pro

Oltre ai concerti delle grandi star della musica internazionale, il Primavera Sound offre una vetrina importante alle band emergenti provenienti da diversi paesi del mondo con l’evento Primavera Pro che si svolge dal 27 al 31 maggio. Australia, Cile, Repubblica Sudafricana, Polonia, Israele, Lussemburgo, Brasile, la Spagna che gioca in casa e l’Italia saranno i paesi ospitati. Chi ci sarà tra le band italiane? Denis The Night & The Panic Party, Fabryka, e The Shalalalas.

Abbracciando Barcellona

Alla faccia della ghettizzazione musicale che spesso avviene con i grandi eventi, il Primavera Sound è un festival che coinvolge tutta la città di Barcellona: il Parc de la Ciutadella, la Botiga del Primavera Sound, l’Apolo, La [2] de Apolo, BARTS, Hotel Pulitzer e Maldà Cinema saranno le location coinvolte. Il Parc del Fòrum, oltre a essere la sede dei concerti principali, ospiterà anche il Primavera Pro e lo spazio minimúsica, ideato specificamente per avvicinare il pubblico dei più piccoli alla musica di qualità.

Fiera del disco e mostra di poster da concerto

htclosangelessxsw07
Flatstock al SXSW di Austen (TX)

Non solo musica da ascoltare live, ma anche da guardare appesa a una parete grafica o da far suonare magari da un piatto a 33 giri. Al Primavera Sound troverete una ricca fiera del disco con banchetti per oltre cinquanta etichette spagnole e internazionali, tra cui anche la prestigiosa britannica Rough Trade che oltre al suo catalogo venderà anche prodotti esclusivi creati in collaborazione con PrimaveraSound.

Per gli appassionati di grafica legata alla musica, da non perdere la mostra del poster da concerto Flatstock, una mostra itinerante che soggiornerà al Primavera dal 27 al 30 maggio al Parc del Fòrum e che quest’anno sarà affiancata dalla mostra nel negozio Apolo nel centro città da martedì 26 Maggio. Si possono trovare manifesti e poster musicali iconici come quelli dello Studio Methane, mentre al banchetto dei canadesi Squeegeeville verranno realizzate serigrafie artistiche in esclusiva in collaborazione con lo studio di serigrafia Monostereo di Barcellona.

Il futuro dell’industria musicale

Il Primavera Sound diventerà un luogo di confronto sul futuro delle produzioni musicali, dalle tecniche di registrazione ai nuovi mezzi di diffusione e fruizione musicali. Presenti oltre 140 relatori per 90 attività programmate dal 27 al 29 maggio al MACBA (Museo di Arte Contemporanea). Tra questi Steve Albini (musicista e tecnico del suono), il vincitore del Primavera Award 2015 Barry Dickins (co-direttore della prestigiosa agenzia di booking International Talent Booking), Simon Raymonde (fondatore dell’etichetta Bella Union e componente dei Cocteau Twins), Martin Elbourne (direttore artistico festival di Glastonbury) e Will Hope (direttore dei rapporti con le etichette per Spotify), oltre a rappresentanti di Domino, The Orchard, Iceland Airwaves, 4AD, Roskilde e importanti associazioni tra cui IMPALA, Live DMA e WIN.

Non c’è molto altro da sapere sul Primavera Sound Festival che si terrà dal 28 al 31 maggio a Barcellona: resta solo da prenotare i biglietti!

 

di Ilaria Danesi