Raoul Bova rinviato a giudizio per evasione fiscale

 

Raoul Bova nuovamente sotto i riflettori, ma stavolta non per motivi di cuore.
L’attore romano, insieme alla sorella Daniela e all’ex moglie Chiara Giordano, sarà sottoposto a giudizio per evasione fiscale.

I tre indagati affronteranno la prima udienza il 21 settembre 2016, davanti al giudice monocratico.

ROME - OCTOBER 16:  Raoul Bova(L) and his Wife Chiara Giordano attend the 'Viola Di Mare' Premiere during day 2 of the 4th Rome International Film Festival held at the Auditorium Parco della Musica on October 16, 2009 in Rome, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
Raoul Bova e l’ex moglie Chiara Giordano

La vicenda fa riferimento ad un caso giudiziario avviato nel 2013, quando emerse la notizia delle indagini relative a 3 milioni e mezzo di euro trasferiti illegittimamente alla Sammarco srl, con l’evasione Iva riferita alla cifra di 680 mila euro.
La Procura di Roma contesta ai tre il reato di dichiarazione fraudolenta mediante artifici: secondo l’accusa avrebbero procurato tra il 2006 e il 2010 sgravi fiscali trasferendo alcuni costi alla società che gestisce l’immagine di Bova, la Sammarco, sfruttando così un sistema che avrebbe permesso di pagare un’aliquota Iva più bassa del dovuto.

 

di Eliana Avolio