Sei single convinta? Ecco i film da vedere stasera

Oggi è il giorno di San Valentino e per gli innamorati di tutto il mondo significa cene a lume di candela, regali, mazzi di rose e promesse d’amore. Per tutto il resto della popolazione non accoppiata questo è un giorno da dimenticare, un giorno da cancellare dal calendario, soprattutto per tutti quei single convinti anti-romantici sprezzanti di tutte le zuccherosità commerciali di questa giornata e di tutte quelle forzature sentimentali, spesso prive di reale fondamento.

Si parla sempre di quanto sia difficile portare avanti delle relazioni, di cosa voglia dire stare in coppia, ma mai nessuno spreca parole su come possa essere complicato essere single. Gli accoppiati hanno la tendenza a pensare che i single convinti siano persone che non vogliono prendersi le proprie responsabilità, che non vogliono crescere, sono spesso visti come degli egoisti che pensano solo a se stessi e al loro benessere personale.

In realtà essere single non è sempre una pacchia. Scegliere di rimanere da sola non vuol dire avere vita facile.
Prima di tutto fare tutto da sole non è assolutamente semplice, quando poi tutti gli amici si accoppiano diventa impossibile vederli senza i rispettivi consorti e, al contempo, capita molto spesso di ritrovarsi da soli in una compagnia di sole coppiette, per non parlare delle aspettative che i parenti hanno sulla tua vita sentimentale e che puntualmente vengono deluse.

In ogni caso, sia che tu sia una single convinta o una single tuo malgrado, questi sono 10 film che devi assolutamente vedere e che ti faranno apprezzare la tua “singletudine”:

1.  Closer

Closer
Closer

Partiamo subito con qualcosa di forte. Questo film è perfetto per chi ha dei dubbi sulla veridicità dei sentimenti e dei rapporti sentimentali. Racconta le vicende di queste due coppie che a un certo punto intrecciano le loro vite. Closer è un film sull’inganno, sulla menzogna e sull’infedeltà che molto spesso sporcano i rapporti d’amore. E’ un film crudo, ma terribilmente vero che ci fa capire quanto ci si può abbrutire stando in coppia e i compromessi a cui siamo disposti a scendere pur di non stare da soli.

E’ un film del 2004 diretto da Mike Nichols, con Jude Law, Natalie Portman, Julia Roberts e Clive Owen, tratto dall’omonima opera teatrale di Patrick Marber.

2. Unfaithful

Unfaithful
Unfaithful

Se parliamo del tema dell’infedeltà non si può non nominare questo film del 2002 diretto da Adrian Lyne e interpretato da Richard Gere, Diane Lane e Olivier Martinez. Questa è la classica storia della moglie stanca del proprio rapporto con il marito, ormai privo di ogni brivido, che trova consolazione tra le braccia di un uomo bellissimo e più giovane, con il quale riscopre il proprio lato passionale, ormai sopito da troppo tempo.

Il finale è drammatico in quanto vede la morte accidentale dell’amante per mano del marito di lei, ma porterà la coppia a decidere di rimanere insieme e di nascondere la verità su quanto accaduto per proteggere l’incolumità del marito e la serenità (seppur apparente) della famiglia. Qui il concetto di compromesso è ancora più forte, forse un po’ estremo, ma fa capire dove si può arrivare quando ci si mettono di mezzo gli interessi comuni.

3. Revolutionary road

Revolutionary road
Revolutionary road

Da una storia di coppia drammatica ad un’altra. Il film racconta le vicende di Frank e April Wheeler, una coppia di ceto medio nella New York anni cinquanta, divisa tra l’esigenza di assecondare le proprie aspirazioni o conformarsi alle ipocrisie della società dell’epoca. Qui la protagonista è la vita di coppia nel matrimonio. E’ la dimostrazione che non basta avere un bel marito, una casa e dei figli per essere felici, che molte volte quello che si vede dall’esterno non corrisponde alla realtà e che la comunicazione nella coppia col passare del tempo cambia, la coppia cambia e troppo spesso non si evolve insieme, anzi.

Quella di Frank e April è una storia con epilogo drammatico, ma nulla di così lontano dalla realtà. Probabilmente più vicina alla condizione delle donne degli anni ’60, ma che sviscera delle questioni che sono ancora molto attuali come il concetto della rinuncia. In coppia c’è sempre uno che cede più dell’altro per favorire la crescita personale o lavorativa dell’altro, senza però dare mai sfogo alle proprie aspirazioni e ai propri sogni e dimenticando quelli che erano anche i sogni e i progetti comuni.

Diretto da Sam Mendes, basato sull’omonimo romanzo del 1961 di Richard Yates, il film è interpretato da due eccezionali Leonardo DiCaprio e Kate Winslet.  Perfetto se siete terrorizzati dal matrimonio.

4. Se mi lasci ti cancello

Se mi lasci ti cancello
Se mi lasci ti cancello

E’ possibile che in ogni storia d’amore vengano commessi sempre gli stessi errori? E’ uno dei numerosi quesiti che pone questo geniale film del 2004 diretto da Michel Gondry, con Jim Carrey e Kate Winslet, che nel 2005 ha vinto un oscar per la sceneggiatura, opera di Charlie Kaufman.

Il film racconta le vicende di Joel che rimane allibito quando scopre che la sua fidanzata Clementine si è sottoposta ad un procedimento per cancellare il loro rapporto tumultuoso dalla sua memoria. Disperato, si rivolge all’inventore di tale procedimento per farsi cancellare Clementine dalla propria memoria. L’esperimento funziona, i ricordi di Joel svaniscono progressivamente, ma durante il processo Joel riscopre il suo amore per Clementine e scopre di riuscire a togliersela dalla testa. Un film perfetto per chi ha vissuto degli amori strazianti, è consapevole che certi amori sono dolorosi, che amare può essere molto doloroso e non intende ripassarci di nuovo.

5. Blue Valentine

Blue valentine
Blue valentine

Un film che insegna di più sul disamore che non sull’amore. Di fatto, questo film scritto e diretto da Derek Cianfrance, con protagonisti Ryan Gosling e Michelle Williams, racconta la storia di questa coppia che entra in crisi e cerca di recuperare il proprio rapporto ricordando i momenti felici del passato e cercando di riviverli. Il film è un continuo alternarsi tra passato e presente, un pò come la loro storia che è un alternarsi continuo di momenti di grande complicità e  momenti di totale dissoluzione. I due, come nelle migliori storie della vita reale, non rimangono insieme, prova del fatto che se la complicità non viene alimentata è molto difficile recuperarla. Un film perfetto per chi non crede all’amore eterno!

6. Tutto può cambiare

Tutto può cambiare
Tutto può cambiare

A proposito di coppie che si lasciano e di delusioni d’amore, anche Tutto può cambiare (molto più azzeccato il titolo in inglese “Begin again”) è perfetto per chi è single. La differenza con i precedenti è che ha un risvolto molto positivo. Il film racconta la storia di Greta (Keira Knightley) e Dave (Adam Levine), fidanzati dai tempi del liceo ed entrambi cantautori che si trasferiscono a New York quando lui riceve un’offerta da un colosso dell’industria musicale. Il successo fa perdere la testa a Dave che tradisce la compagna e decide di lasciarla.

Greta, la vera talentuosa della coppia, si ritrova da sola, delusa e in una città che non è la sua, ma sul suo cammino incontra Dan (Mark Ruffalo), un dirigente di un’etichetta musicale in crisi che, assiste per caso ad una sua esibizione nell’East Village, resta subito colpito dal suo talento naturale. Da questo momento in poi la vita di Greta cambia, la sua esistenza che prima girava intorno a Dave, adesso è incentrata solo su di lei e si rende conto di quanto valga anche senza di lui.

Perfetto per chi ha voglia di riscatto ed è consapevole che solo la sana solitudine può ridarglielo. 

7. Sex and the city

Sex and the city
Sex and the city

Anche il primo film di Sex and the city è un bellissimo esempio di riscatto personale. Un film sull’importanza dell’amicizia e degli affetti, di tutte quelle persone che ti rimangono vicine nei momenti di difficoltà. La storia la conoscete tutte, ma è sempre bello ricordarla. Per Carrie e Mr. Big è arrivato il grande giorno, ma peccato che lo sposo si faccia prendere da un attacco di panico pre-matrimonio e non si presenti, mollando la sposa all’altare, umiliandola per l’ennesima volta.

Per cercare di tirarla su le amiche decidono di approfittare della luna di miele già prenotata per partire tutte insieme. La vacanza si rivela un’esperienza purificatrice per Carrie che, una volta rientrata a New York, assume un’assistente che le rimetta in ordine la vita. Pian piano le cose tornano alla normalità e le ferite si risanano. Sebbene alla fine i due si ritrovano e si sposino, il film è perfetto per capire quanto sia vero che molte volte possiamo bastarci da sole, soprattutto se si hanno vicino delle vere amiche. 

8. Il diario di Bridget Jones

Il diario di Bridget Jones
Il diario di Bridget Jones

Lei è la single più famosa del mondo del cinema. Il primo film di Bridget Jones è da sempre l’esempio migliore di donna trentenne, single, professionalmente arrivata e con tanta voglia di divertirsi e di innamorarsi.
Bridget è tanto amata perchè è vera, non è un’icona di bellezza di perfezione estetica, ma è divertente, buffa, pasticciona, intelligente, sexy a modo suo e tutta cuore. Anche lei ha degli amici splendidi che la sorreggono nei momenti bui e di avvilimento e una vita piuttosto piena e soddisfacente.

Nel primo film Bridget si trova a stare tra due uomini, anche se poi la sua scelta ricadrà su quello che la ama davvero. E’ un film perfetto per chi sceglie non ha scelto lo status di single e un po’ ne soffre perchè è la dimostrazione che si può vivere perfettamente anche senza un uomo, ma anche che, se si rimane se stesse l’uomo giusto arriverà. 

9. Il matrimonio del mio migliore amico

Il matrimonio del mio migliore amico
Il matrimonio del mio migliore amico

Un altro classico delle commedie è questo film di J. P. Morgan con dei giovani Julia Roberts, Rupert Everett, Cameron Diaz e Dermot Mulroney. Julianne riceve l’invito al matrimonio dell’ex amante e amico Michael, sebbene lei non l’abbia mai amato la notizia la sconvolge a tal punto da essere convinta di amarlo e di voler mandare a monte il matrimonio, forte del fatto che lui l’ha amata per anni.

Nonostante i numerosi tentativi di far saltare tutto, l’amore dei futuri sposi vince e a Julianne non le resta che accettare la situazione e il fatto di non essere più al centro dei pensieri del suo caro amico.

Il film è perfetto per chi è single perchè insegna che c’è tanto di bello intorno a noi come dice Rupert Everett nella scena finale: “Ma che Diavolo… la vita continua. Forse non ci sarà matrimonio… forse non ci sarà sesso… ma perdinci, ci sarà almeno il ballo!”

10. Wild

Wild
Wild

Per finire un film sulla poesia della solitudine, ma quella vera, quella in cui decidi di abbandonare tutto e tutti e immergerti in un viaggio, un percorso alla riscoperta di te, come ha fatto la protagonista di Wild, Cheryl Strayed, una giovane donna che ha percorso oltre mille miglia lungo la pista di trekking del Pacific Crest per elaborare un grave lutto familiare e il naufragio del suo matrimonio, affrontando e sconfiggendo, in un viaggio pericoloso e solitario, i suoi demoni e le sue paure.

Un film molto bello, forte e liberatorio che vi farà venire voglia di sfruttare a pieno tutto il potenziale della “singletudine” per ricominciare, per conoscersi di più o, semplicemente, per godere della vostra vita come non avete mai fatto prima. 

 

di Carlotta Di Falco