Thony: cantautrice per vocazione, attrice per caso

Thony - photo credits Tommaso De Dona
Thony – photo credits Tommaso De Dona

Federica Caiozzo in arte Thony è una cantautrice raffinata, compone brani in inglese e a sentire la sua musica sembra provenire da un altro paese: Inghilterra, Finlandia, Nuova Zelanda… Poi la riconosci come l’interprete di “Tutti i Santi giorni” di Paolo Virzì e ricordi il suo marcato accento siciliano. Ecco un’intervista in cui Thony ci racconta di sé, a cavallo tra musica e cinema, presente e futuro.

Parlaci dei tuoi generi musicali preferiti, le artiste o gli artisti di riferimento per la tua musica.
I miei artisti di riferimento variano con lentezza, sono piuttosto ossessiva, capace di ascoltare un solo disco per un intero anno, con qualche diversivo nel week end. Ultimamente ascolto King Krule , ma per anni i Nirvana.

Come è avvenuto l’incontro con Paolo Virzì? Com’è stato l’approccio con il set cinematografico per una cantautrice, abituata al live del palco?
L’incontro con Paolo Virzì è arrivato in un momento particolare in cui stavo per perdere la pazienza. Un forte stimolo, una rivoluzione interiore. Non ho mai avuto tante attenzioni in vita mia come durante le settimane di riprese del film. Hai la sensazione, quando sei al centro di una cosa, di non poterti permettere errori, capricci o cedimenti. Questo sviluppa l’istinto e la creatività. O almeno per me. Poi finisce e puoi goderti un raffreddore come si deve.

locandina di Tutti i santi giorni - foto Movieplayer.it
locandina di Tutti i santi giorni – foto Movieplayer.it

È appena uscito il video di Paper Cup, il secondo singolo da Blossoms (n.d.r. album colonna sonora di Tutti i santi giorni), come è partita la collaborazione con il collettivo Ground’s Oranges che ha girato sia il teaser che il video?

Avevamo già deciso mesi fa di girare un secondo video ma questo è stato un anno un po’ impegnato e non sono riuscita a concentrarmi su questa cosa. Sono felice di aver potuto farlo adesso dopo aver conosciuto i ragazzi di Ground’s Orange, che hanno girato interamente il video. Abbiamo avuto pochissimo tempo, perché per indole non riesco a prendere le cose con calma e viste le poche ore a disposizione e il budget questi ragazzi hanno fatto un miracolo.


Per essere una che non aveva mai recitato la prima prova è andata più che bene: miglior attrice protagonista al Festival du cinema italiane di Bastia, nomination miglior attrice protagonista al David di Donatello e ad al Globo d’oro, premio Fice miglior attrice esordiente…

È stata una sorpresa. Una bella sorpresa. Di questo sono grata a Virzì e a Luca Marinelli (n.d.r. attore protagonista di Tutti i santi giorni).

Thony - photo credits Tommaso De Dona
Thony – photo credits Tommaso De Dona

Parlaci del nuovo tour di Birds, che è partito da poco e sta andando piuttosto bene, date esaurite… Cosa si deve aspettare il pubblico? Ci saranno sorprese? Sarai sola o accompagnata?
Siamo appena ripartiti in tour e sta andando molto bene. È una formazione nuova (Lorenzo Corti e Claudio Gatta) con qualche elemento vecchio (Andrea Ruggiero). Un Set più elettrico di quello invernale, a cui alterneremo date in acustico. Facciamo anche delle nuove canzoni che con qualche probabilità andranno sul nuovo disco.

Thony - photo credits Tommaso De Dona
Thony – photo credits Tommaso De Dona

Che progetti vedi nel tuo futuro….? Ci sarà dell’altro cinema?

Inutile tracciare segnetti. Sto finendo di scrivere il nuovo disco, appena tornata dalle date spero di finire.
Il cinema per me vorrei rimanesse un mistero, quando e dove farne parte, anche.

di Ilaria Danesi