Valeria Oppenheimer: oltre le normali apparenze!!

Valeria Oppenheimer
Valeria Oppenheimer

Valeria Oppenheimer è la “voce” del Programma Radiofonico “Le conseguenze della moda”, in onda tutti i martedì dalle 17.00 sulle frequenze di Wr8, trovi lo streaming nel blog della trasmissione, clicca qui.
Forse non ha bisogno di presentazioni, è una professionista riconosciuta e impegnata, in grado di riconoscere tutte le potenzialità della comunicazione (inteso nel suo significato più ampio) e di usarle.

Noi l’abbiamo intervistata e vi raccontiamo i retroscena della sua vita a stretto contatto con la moda:

Ciao Valeria, la tua storia professionale nasce sulle passerelle, tu che l’hai vissuto da protagonista, come definiresti il mondo della moda? Professionalmente, umanamente, culturalmente…

Io e la moda “ci capiamo”. È la mia grande passione, il mio passatempo, l’origine di gioie e dolori!
Il mondo della moda è molto più complesso di quanto possa sembrare; è un circo che sotto il tendone colorato svela dinamiche che mixano mercato, arte e cultura.
Ho iniziato come indossatrice, adesso insegno fashion editing presso l’Accademia del Lusso di Roma ma ciò che più mi affascina della moda è l’aspetto sociologico, antropologico, la storia del costume.

Valeria Oppenheimer
Valeria Oppenheimer


Dopo la moda il piccolo schermo, un passaggio naturale o faticato?

Casuale. Le agenzie di moda spesso mandano le indossatrici a fare casting per piccoli ruoli in tv. Un giorno Rai International cercava un’inviata…

Di tutte la tue esperienze quella che mi ha colpito di più è quella autoriale. Non è così scontato che chi esprima una certa disinvoltura davanti alla telecamera, sia altrettanto valida lavorandoci dietro… quanto conta oggi una base culturale? O basta la curiosità?

La cultura conta, eccome se conta! Ho iniziato a lavorare a 17 anni, mi sono laureata a 30. È stata dura, durissima a volte… ho rinunciato a tante cose, quando i programmi televisivi “chiudevano” per la pausa estiva, i miei colleghi partivano per le vacanze ed io correvo a studiare per riuscire a dare gli esami in estate… se ci ripenso mi vengono i brividi, mi chiedo ancora come ho fatto!
Poi però penso al 110 e lode in Comunicazione ottenuto grazie alla mia tesi sui Fashion Blog

Valeria Oppenheimer
Valeria Oppenheimer

Ma veniamo al tuo programma radiofonico: “ Le conseguenze della Moda” su Radio Web Rai WR8, raccontacelo…

Le conseguenze della moda è nato da una mia idea. Ne ho parlato con il Direttore artistico di Wr8, Roberto Quintini, che mi ha dato la possibilità di sviluppare il progetto.
Per la prima volta nella mia vita lavorativa qualcuno mi ha dato carta bianca, fiducia totale. Che libertà!

Ma l’aspetto più social del programma è il blog (sai che a noi bigodinare il concetto di blog fa impazzire) curato direttamente da te, come è nata l’idea?

Come accennato, studio i fashion blog e le dinamiche dalle comunicazione di moda da tanto tempo. Parlare di moda in radio, dunque senza immagini, non è semplicissimo… ma Wr8 è una WEB Radio! Dunque ho pensato che il blog de Le conseguenze della moda fosse un buon completamento per la mia trasmissione…

Valeria Oppenheimer
Valeria Oppenheimer

Da blogger, cosa rende originale ciò che già non lo è?

Io non cerco l’originalità, almeno non per forza.
Quello che mi preme, invece, è far capire a chi mi segue che amare la moda non vuol dire indossarla e neppure seguirla acriticamente.

In passato mi sono spesso adeguata a modelli che di volta in volta, prima come indossatrice e poi in tv, mi sono stati suggeriti o imposti. Modelli estetici, di comportamento, di pensiero.

Con Le conseguenze della moda ho la possibilità di essere me stessa. Originale? Banale? Ditemelo voi 🙂

Complimenti Valeria,in bocca al lupo!!

di Carlotta Di Falco