Vittorio Sgarbi condannato per diffamazione

 

Vittorio Sgarbi è stato condannato in primo grado per diffamazione aggravata nei confronti di Italo Tomassoni dal tribunale di Ferrara. Dovrà, pertanto, pagare una multa di 20 mila euro e dovrà versarne altrettanti come provvisionale.
A dare la notizia è Il Fatto Quotidiano.

Sgarbi-auto-a-fuoco
Vittorio Sgarbi

La vicenda risale al 2012, quando Sgarbi accusò di incompetenza, plagio e circonvenzione di incapace l’esperto di arte Italo Tomassoni in merito alla valutazione delle opere di Gino De Dominicis.

Secondo Sgarbi, Tomassoni non avrebbe avuto alcuna competenza in materia.
L’ex parlamentare, infatti, a suo tempo dichiarò che la predisposizione dilettantesca e la pretesa di un’autorità nel riconoscere l’autenticità delle opere di De Dominicis”, un’autorità che “non gli viene né da studi né da specifiche competenze, e che è esercitata attraverso il vero e proprio plagio (o circonvenzione di incapace) dell’unica incompetente ed inesperta erede di De Dominicis, che gli lascia evidentemente, carta bianca”.

Dichiarazioni pesanti che ad oggi hanno portato alla sua condanna.

di Eliana Avolio