Walt Disney, le leggende metropolitane più curiose

Oggi, 5 dicembre, Walt Disney avrebbe compiuto 115 anni: il fondatore della famosissima casa d’animazione, considerato come il padre dei film d’animazione, era nato nel 1901 a Chicago. Nel XX secolo ha cambiato per sempre l’industria cinematografica, ma non solo visto che la sua capacità di far sognare bambini e adulti non riguarda solo più i cartoni animati. Cartoni che ancora oggi tutti amiamo guardare in tv e le cui storie tramandiamo ai nostri figli. Sul suo conto, però, spesso si sono dette cose non vere: ecco le leggende metropolitane legate alla figura di Walt Disney.

Walt Disney
Walt Disney

1. Il suo corpo è stato criogenicamente ibernato

Non è vero e non è vero nemmeno che il suo corpo si trova sotto l’attrazione di Pirati dei Caraibi a Disneyland. E’ stato cremato e le sue ceneri sono sparse nel cimitero privato Forest Lawn Memorial Park di Glendale.

2. Disney era ebreo e anticomunista

Era stato battezzato protestante e non cambiò mai religione, a quando si sa. E anche sul fatto di essere anti comunista, non ci sono dichiarazioni che portano a pensarlo con certezza.

3. Il suo fantasma non risiede nella stazione dei pompieri a Main Street USA a Disneyland

C’è una luce che si vede nella finestra dove Walt Disney ogni tanto risiedeva: è una luce accesa in memoria, spenta quando al parco sono presenti le figlie.

La statua di Walt Disney e Mickey Mouse
La statua di Walt Disney e Mickey Mouse

4. Walt disney era una spia nazista

Addirittura? C’era anche chi diceva che era antisemita e razzista, visto che non c’erano molti personaggi di colori nelle sue storie.

5. Tutta la sua eredità al primo uomo incinto

Una bufala bella e buona, dura a morire, anche se nel testamento si parla solo di moglie, figlie, Disney Foundation e un 10 per cento a sorella e nipoti.

di Redazione