Dubsmash: l'invasione dei video selfie arriva sui social

Secondo me ci siamo.
Possiamo finalmente dire che è nato il primo tormentone del 2015: si chiama Dubsmash ed è la nuova frontiera del sefie-video.

Non è stata una cosa immediata per me, lo ammetto, visto che la tendenza pare interessare i giovanissimi. L’app non è nata di recente ma è diventata da circa un mese un elemento presente nelle nostre bacheche social.

Avete mai desiderato recitare un momento epico del vostro film preferito? Oppure vi piacerebbe usare il tormentone del vostro idolo televisivo? Ecco su cosa si basa Dubsmash!

Scegli, registra e condividi
Scegli, registra e condividi

Ottimo… Ma come funziona? È molto semplice: dopo aver scaricato gratuitamente l’app o su Apple Store o Google Play (non esiste ancora una versione per Windows Phone) aprite l’app e sfogliate le cartelle contenenti gli smash, cioè i file audio creati da altri utenti e presi da film/ canzoni/programmi tv. A questo punto, dopo aver scelto lo smash che desiderate in automatico si attiverà la videocamera interna del vostro smartphone e inizierà a filmare il vostro selfie video in playback! L’ultimo step è, ovviamente, una doverosa condivisione social.

Dopo di che è sempre la solita storia: voi concedete un selfie ad Internet e lui si prenderà la vostra anima… altro che dita e braccia! Non mancano quindi pagine Facebook come “La dignità persa per colpa di Dubsmash” in cui trovare il meglio del peggio in versione italiana, passando da gente che solleva il proprio cane in stile “Il Re Leone” ad altri che lanciano piatti imitando Bastianich e il suo discutibile italiano.

A questo punto la domanda sorge spontanea: quando inizieremo a stufarci?

Per vedere tutti i miei video su BigoTubo cliccate qui

di Giordana Moroni