FriendFeed chiude i battenti

Si chiude oggi una pagina di web, una pagina di social, una pagina che ha dato via a tante cose nonostante non tutti conoscano il social che vi sto per nominare: FriendFeed.
FriendFeed è stato lanciato nel 2007, come riporta in maniera molto fredda ed asettica Wikipedia, per chi non lo sapesse FriendFeed è un servizio web che consente l’aggregazione in tempo reale degli aggiornamenti provenienti da reti sociali, blog, tumblelog e più in generale da qualsiasi servizio che renda disponibili i propri contenuti tramite feed RSS o Atom.

FriendFeed

Il 10 agosto 2009, FriendFeed è stato acquistato da Facebook per 15 milioni di dollari in contanti e 32,5 milioni di dollari in azioni Facebook. Subito dopo l’acquisto viene molto brutalmente interrotto il suo sviluppo, in pratica nessuno se ne prendeva “cura” nessuno ed in alcuni casi, anche la manutenzione scarseggiava.

Il 9 Marzo 2015 viene annunciata l’imminente chiusura del servizio con un post di Benjamin Golub.

La chiusura è annunciata per 9 Aprile 2015, il messaggio dice che:

“Dear FriendFeed community, We wanted to let you know that FriendFeed will be shutting down soon. We’ve been maintaining the service since we joined Facebook five years ago, but the number of people using FriendFeed has been steadily declining and the community is now just a fraction of what it once was. Given this, we’ve decided that it’s time to start winding things down. Beginning today, we will no longer accept new signups. You will be able to view your posts, messages, and photos until April 9th. On April 9th, we’ll be shutting down FriendFeed and it will no longer be available. We want to thank you all for being such a terrific and enthusiastic community. We’re proud of what we built so many years ago, and we recognize that it would have never been possible without your support. – The FriendFeed team – Benjamin Golub”

In altre parole, verrà spento, gli verrà staccata la spina, gli utenti sono in diminuzione, e la community è solo una piccola frazione di quella che era al tempo. Quindi per per tutte le cose, hanno iniziato a non accettare iscrizioni, hanno messo a disposizioni sistemi per fare un backup di tutte le discussioni, i messaggi, le foto, ed oggi, sarà spento.

Siamo abituati a pensare ai social in termini di Facebook, Twitter, Instagram ma in pochi aggiungono alla lista FriendFeed, considerato troppo spesso una piccola isola social composta da persone particolari, ma non tutti sanno che lì dentro, si precorrevano i tempi ed alcune cose che ci piacciono tanto di Facebook sono state mutuate proprio da FriendFeed, vedi ad esempio i like ai post.

Su FriendFeed 10 like vangono come 1000 like su Facebook, perchè le persone che lo vivino erano veramente interessate a quello che scrivevi, i thread che si creavano sotto le discussioni erano chilometrici, ma roba di 30/40/50 commenti, tutti sensati, senza faccine, cuoricini. Personalmentemente ho vissuto questo social di riflesso, mio marito lo frequenta, o dovrei dire frequentava.

Era divertentissimo seguire alcuni programmi tv leggendo i commenti che nascevano li dentro perchè era da li che nasceva la vera satira e polemica, ma di quella che faceva ridere, non creata da bimbiminka qualsiasi.

Sembra stupido parlare di pancia di una cosa fondamentalmente virtuale, ma era la diversità che contraddistingueva quel luogo, era l’autenticità e la possibilità di conoscere persone valide, con interessi ben specifici, senza incappare nello spammer di turno o nel troll fastidioso.

Insomma, oggi si chiude una pagina del web dalla quale volenti o nolenti tutti abbiamo preso qualcosa sia direttamente che indirettamente e salutarlo con un mero, “oggi chiude friendfeed” mi sembrava troppo triste, volevo dire in qualche modo la mia.

Accademici della crusca, matematici, viaggiatori, scrittori, programmatori, tante sono le persone che lo popolavano e che partecipavano alle discussioni dando quel quid pluris a tutte le discussioni…mi mancherà leggerli.

CIAO.

di Alessia Mariani