Google+ debutta nella società

Un nuovo Social Network sta per arrivare, anzi, a dire il vero è già arrivato (ma in fase di testing e solo su inviti, per altro al momento esauriti). È Google+ e si propone come sfidante dell’ormai noto Facebook per accaparrarsi il ruolo di miglior social network.

Tanto "social" quanto "private"

Le funzionalità sembrano quelle dei soliti social: amici, chat, condivisioni e quant’altro. Forse però c’è di più. Un cosa che balza subito all’occhio è senza dubbio il tentativo di rendere più facile la gestione della privacy.

Vengono infatti introdotte le cosiddette “cerchie”: dei veri gruppi di amicizie, con la possibilità di limitare la diffusione delle proprie pubblicazioni a determinati gruppi. Funzionalità sicuramente già presente anche nel caro vecchio Facebook, ma qui probabilmente resa più semplice e immediata… come affermano direttamente da Google “ognuno di noi condivide cose diverse con persone diverse e condividere le cose giuste con le persone giuste non deve essere complicato”. Parole sante!
Nuovo è anche il concetto della chat: nasce infatti il Videoritrovo, una sorta di spazio virtuale dove incontrare i propri amici parlando in tempo reale e con la possibilità di scambiarsi file. Non solo. Con il sistema Huddle torna in auge la chat di gruppo, che tanto ricorda il bel Messenger dei tempi che furono, reinventata questa volta per tutti gli smartphone Android e iPhone.

Condividere! Condividere!! Condividere!!!

Che social network sarebbe senza tutta quella dinamica di condivisione che tanto piace e tanto alimenta pettegolezzi e chiacchiere di ogni genere?! Anche nella home di G+ è possibile visualizzare il cosiddetto Stream, con tutti i feed dei propri contatti. Se sei una fanatica della condivisione, troverai interessante la funzione Spunti, un vero e proprio motore di ricerca che in base ai tuoi gusti e alle tue preferenze seleziona video e articoli che potrebbero fare al caso tuo. Come dire, Google+ lavora al posto tuo, raccogliendo del materiale potenzialmente condivisibile, per essere sempre sul pezzo!

Femminilità

Google Plus è ancora agli albori. Come affermano i dati diffusi da SocialStatistics, il nuovo social network è attualmente in mano agli uomini: si stima che l’86.6% degli utenti siano di sesso maschile. Questo spinge a pensare che in realtà l’impronta di Google Plus abbia poco a che vedere con il “gentil sesso”. Non è così. Non resta che aspettare l’accesso libero a tutte le sue funzionalità e buttarsi a capofitto in questo nuovo social, riportando omogeneità nell’utenza e, perchè no, un tocco più femminile a questa nuova dimensione! Tu cosa ne pensi?

di Serena Mariani