Lo smartphone che fa sport con te

Annunciato durante la recente CommunicAsia di Singapore da Sony Ericsson, il nuovo Xperia Active sembra avere tutte le qualità per aggiudicarsi un posticino nel cuore delle più sportive. La principale caratteristica con cui viene presentato questo smartphone è infatti la sua “indistruttibilità”.

Sony Ericsson ha da sempre abituato alla presenza di materiali solidi e duraturi, ma questa volta c’è di più: Xperia Active è capace di resistere a urti e a graffi, risulta essere inaccessibile all’odiosissima polvere, ma soprattutto waterproof fino a 30 minuti e ad 1 metro di profondità. Non è finita. A rendere ancora più performante il tutto è senza dubbio la peculiarità del suo schermo multitouch da 3”, anch’esso con tecnologia antigraffio e utilizzabile anche con le dita bagnate (quello che la casa nippo-svedese definisce “wet finger tracking”), risultando perfetto per chi fa sport all’aria aperta, in particolar modo per le affezionate del jogging sotto la pioggia.

Il fatto che sia concepito per chi ama lo sport è palpabile anche dalle applicazioni pre-caricate su Xperia Active: la presenza di barometro, GPS e bussola integrati consente di impostare il percorso ideale per una corsa attenta e ragionata, mentre l’applicazione iMapMyFitness registra i risultati delle performance quotidiane, condivisibili successivamente su Facebook grazie all’apposito tool. Non manca infine il cardiofrequenzimetro integrato, abilitato da ANT+ wireless networking technology, e la custodia da braccio per gli allenamenti, inclusa nella confezione.

Passando all’aspetto più tecnico, il nuovo smartphone della linea Xperia lavora sull’ultima versione disponibile di Android (Gingerbread 2.3) ed è dotato di un potente processore da 1 GHz; è munito di fotocamera da 5 megapixel, con autofocus, flash led e possibilità di registrare video in HD. Più tutta la miriade delle note funzioni tipiche degli smartphone, dall’aspetto più “social”, con applicazioni dedicate a Facebook, Skype e Twitter, fino ai media e music player… senza tralasciare che in fondo è pur sempre un telefono, con la sua rubrica e messaggi! Dillo che quasi te ne eri dimenticata.

di Serena Mariani