Mamma! Per Natale voglio un videogioco

Mamma, me lo compri? Eh, me lo compri? LO COMPRI?! Locomprilocomprilocomprilocomprilocompri?
Non sono madre, ma di fronte ad una scena come questa sappiate che avete la mia solidarietà.
Da che ne ho memoria, e vi parlo come figlia, il Natale è una di quelle occasioni in cui una madre dà fondo a tutta la sua calma zen e a massicce dosi di caffeina per sopravvivere (ogni anno mia madre non manca di raccontarmi che per montare il camper di Barbie nel lontano ’95 lei e mio padre riuscirono ad andare a dormire solo dopo le cinque del mattino) e, come già detto la settimana scorsa, i regali sono sempre un problema.

Nel caso di un genitore però la missione regali video ludici si capovolge perché il problema non è più “cosa gli compro?”, perché saranno i vostri figli a farvelo sapere, ma la domanda giusta è “sarà adatto a lui?”.
L’acquisto di un videogioco non è una cosa da prendere alla leggera perché non tutti i giochi sono adatti a tutti i giocatori. Come per la settimana scorsa, in una lista di semplici step, ecco care mamme come districarvi in quest’ardua impresa, che vi permetterà di comprare il giusto gioco al vostro bimbo.

1 – La letterina

Ora, rispetto alle nuove generazioni io sono un fossile, quindi non so se la letterina si faccia ancora e come si componga. Ai miei tempi (ecco, adesso mi sento un fossile) la letterina comprendeva, oltre ad una svariata lista di ciarpame, cose come un cavallo, un vestito da principessa (e corrispettiva tenuta da equitazione regale, sennò che me lo compro a fare il cavallo?), “quella cosa che c’hanno tutte”, che variava secondo la moda di quell’anno, e un videogioco. Mia madre quindi passava al vaglio tutta la letterina (inutile dirvi che il cavallo non m’è mai arrivato) e arrivata alla sezione videogioco partiva una bella ricerca: un ricerca molto importante perché talvolta titoli e copertine possono non essere le cartine tornasole giuste per l’acquisto.

2 – Il PEGI

Riassunto sistema di classificazione PEGI. Per ulteriori info visitate il sito pegi.info (fonte immagini Multiplater.it)
Riassunto sistema di classificazione PEGI. Per ulteriori info visitate il sito pegi.info (fonte immagini Multiplater.it)

3 – In negozio

Per farvi dormire sonni tranquilli vi do un’ultima dritta.
Nel caso in cui tutto questo informarvi non vi convincesse ancora ricordatevi che le console hanno, come il decoder Sky per intenderci, un sistema di parental control che voi potete attivare in qualsiasi momento per valutare i giochi, controllare i contenuti sul web (sì, le nuove console si connettono a Internet) e “dosare” il tempo che il vostro bimbo passa davanti ai videogiochi. Per ulteriori informazioni visitate la sezione “controllo parentale”, nella voce “consigli” del sito pegi.info, nel quale troverete tutti i manuali d’istruzione online per modificare l’opzione di parental control sulle console dei vostri figli.

Anche questo significa prenderci cura dei nostri bambini (maximalideal on Flickr)
Anche questo significa prenderci cura dei nostri bambini (maximalideal on Flickr)

Spero di esservi stata utile, Mamme!
Quindi? Siete pronte per il Natale? I vostri figli hanno già fatto la letterina? E i videogiochi… li comprerete?

di Giordana Moroni