Matti per la tecnologia

Si può diventare matti (nel vero senso della parola) per la tecnologia? A quanto pare sì…
Lo scorso venerdì a fare da teatro a una rissa di proporzioni mega è stato l’Apple Store dello shopping district di Sanlitun, a Pechino, in occasione dell’apertura delle vendite dell’iPhone 4S. Una replica, in realtà, se consideriamo che la stessa identica situazione (nella stessa location) si era verificata lo scorso Maggio in coincidenza con il lancio in Cina dell’iPad 2 (sono recidivi!!!).
Ancora una volta, dopo ore ed ore in coda davanti alle porte serrate, sicuramente incattiviti sia dall’estenuante attesa che da un “freddo cane” (con temperature di molto inferiori allo zero), i fanatici del melafonino non hanno saputo resistitere alla notizia che l’Apple Store rimaneva chiuso per sovraffollamento. Ed è così che è scattato il delirio. Lanci di uova (ma dove le avranno prese?!) e di oggetti di ogni genere, tafferugli, scontri con le forze dell’ordine. Le scorte dell’amato iPhone 4S non erano sufficienti. Detto fatto, Apple comunica la sospensione delle vendite a Pechino e Shangai, dirottando gli inferociti acquirenti nel più pacifico mondo dello shop online. E in circa cinque ore, a Sanlitun l’ordine è ristabilito.
Come va a finire la storia? E vissero tutti feriti e scontenti.
Ma ne valeva davvero la pena?

di Serena Mariani