Socialgnock: dal tacco all’infradito senza Photoshop

Le #socialgnock
Le #socialgnock

30 maggio, Milano. Termina un evento tra i più attesi del settore, il Social Case History Forum. Come spesso accade, queste giornate si trasformano in motivo di incontro tra persone che si “vedono” solo in TL e alla fine si ritorna a casa con una sensazione strana… Potrei sintetizzarla così: pre evento, “conoscerò un botto di gente”, evento “aiuto aiuto dove mi giro”, post evento, “nooo c’eri anche tu?! Non ti ho conosciuto!”.

La nascita

Il 31 maggio, #FF, in risposta a un tweet vediamo comparire per la prima volta in TL l’hashtag #socialgnock che in poco più di una settimana ha regalato al mondo social molte risate!
Rosa Giuffrè (Communication Manager e Blogger di futurosemplice.net), risponde a Valentina D’Amico (Project Manager di eldoraapp.com, blogger di poledanceitalycom) ironizzando sul trenino di nomi tutti al femminile.

Come nasce il movimento #socialgnock
Come nasce il movimento #socialgnock

Lorena Di Stasi (Social Media Consultant & Freelance, ideatrice del Social Case History Forum), che evidenzia nuovamente il suo fiuto per gli eventi di successo, capisce da subito le potenzialità dell’hashtag #socialgnock.

La nascita #socialgnock
La nascita #socialgnock

Detto, fatto! L’hashtag parte e diventa virale e in TL parlare di #socialgnock diventa sinonimo di ironia, risate, panini e salamelle.

Rosa, Lorena e Valentina decidono quindi di organizzare un evento e si coordinano utilizzando tutti gli strumenti social che quotidianamente usano per lavoro: le #socialgnock diventano così Community.
“La nostra sensazione fin da subito è che ci fosse bisogno di quella che abbiamo chiamato ‘easytudine’, senza regole, clichè preconfezionati, categorie. Siamo tutti #socialgnock” dicono le tre founder.

Sì, avete letto bene, “tutti”, perché applicando i principi strategici social hanno voluto misurare il sentiment iniziale per valutare gli step successivi da fare, una sorta di laboratorio che potesse far uscire in modo naturale i desideri di chi stava partecipando al gioco. #socialgnock in effetti non è né maschile, né femminile. A tre ore dall’apertura, la Community riesce a raggiungere le più quotate professioniste del panorama social italiano, ma la cosa più bella è che scatta un meccanismo di inclusione tale per cui chi sei fuori dalla community diventa relativo (o finalmente non interessa a nessuno!).

“Tu non sei #socialgnock, tu ti senti #socialgnock” La differenza è sottile ma fondamentale! Nessuna etichetta che viene data da fuori, tutto parte da dentro: io mi sento #socialgnock.
Nella Community è stato inserito un documento condiviso e aperto in cui ognuna può scrivere ciò che desidera presentandosi e segnalando il proprio sito o blog.
Sul fronte Twitter la follia dell’hashtag rimbalza!
La TL si colora di Tweet divertenti e leggeri da parte di girls ma anche di social-maschietti tra i quali inizia a rimbalzare l’hashtag e parte la corsa all’evento.

Le #socialgnock vengono candidate
Le #socialgnock vengono candidate

L’evento: are you ready #socialgnock?

Call for logo
Call for logo

Il gruppo si pone l’obiettivo di favorire la conoscenza di professioniste social, per questo motivo le #socialgnock si vogliono incontrare anche di persona, utilizzando gli eventi che organizzeranno anche per sostenere Onlus e Associazioni benefiche.
La prima serata #socialgnock si terrà a Milano presso il Circolo dei Talenti, via della Chiesa Rossa 55 e si prospetta come una serata di festa e sfide. Quasi alla stessa stregua del Fight Club le #socialgnock hanno pubblicato un manifesto (folli!!)

Prima regola di #socialgnock: parlate sempre di #socialgnock

Seconda regola #socialgnock: postare sempre di #socialgnock

Terza regola di #socialgnock: se qualcuna si accascia, è spompata, grida basta, #socialgnock interviene.

Quarta regola di #socialgnock: ci si presenta due per volta.

Quinta regola di #socialgnock: una presentazione alla volta.

Sesta regola di #socialgnock: niente Photoshop, niente copia-incolla.

Settima regola di #socialgnock: le presentazioni durano per tutto il tempo necessario.

Ottava ed ultima regola di #socialgnock: se è la vostra prima sera al #socialgnock, dovete competere

L’ingresso sarà gratuito e come promesso e richiesto il menù della serata sarà a base di salamelle e birra artigianale.
Il Circolo dei Talenti è gestito da Antigua Onlus, un’associazione che dal 1999, lavora in Zona 5 a Milano a sostegno dei minori in difficoltà e investe i ricavati per continuare a finanziare e/o a cofinanziare progetti sociali sul territorio rendendo il quartiere consapevole delle proprie potenzialità.

E il futuro?

Sicuramente abbiamo a che fare con un team fatto di donne creative che ci riserverà sorprese. Per ora seguiamo la community su Facebook e sulle Pinterest board e teniamo sotto stretto controllo @rosagiuffre @Valezza @WineNight.

Le #socialgnock su Twitter
Le #socialgnock su Twitter

A loro quali chiediamo: quali finalità avrà il gruppo e come lo state delineando?
“Seguiamo la naturale evoluzione. Abbiamo capito che per ora #socialgnock è donna e, così come molte hanno scritto e percepito, noi per prime capiamo che nel gruppo si respira aria fresca e allegra e tutte le categorie e gli steriotipi sono abbandonati. È un’oasi di pace in cui sai che trovi altre donne che ogni giorno come te sono alle prese con la vita e, vista l’adesione, è evidente che si sentiva l’esigenza di un luogo così. ‘Professioniste da 0 a 100 anni che per lavoro o diletto vivono i social ma che sanno prendersi in giro’, così come recita uno dei Tweet girati nei giorni scorsi. Di idee ne abbiamo molte, iniziamo a vedere come va l’evento e poi si vedrà”

Un’ultima domanda: cosa serve per diventare una #socialgnock? La risposta da dare è semplice, Tu lo sei da sempre! Solo che ancora non lo sapevi” #socialgnock dal tacco all’infradito denza photoshop!

Keep calm and be #socialgnock
Keep calm and be #socialgnock

#enjoy

di Sharon Sala