Tutti al mare… con il "Progetto Tecnospiaggia"

Ormai quello tra tecnologia ed ecosostenibilità sembra essere un legame ben consolidato: ne è un esempio anche il “Progetto Tecnospiaggia”, partito durante i primi giorni di questo giugno nella Riviera Romagnola.

E' nata la spiaggia intelligente
E' nata la spiaggia intelligente

Grazie a questa iniziativa lanciata da Telecom Italia e dalla compagnia romagnola Umpi, la spiaggia di Bellaria-Igea Marina ha fatto da apripista a quello che potrebbe essere il futuro dei turismo balneare italiano: una spiaggia “intelligente”, una spiaggia tecnologica, appunto. Si parte dagli ombrelloni fotovoltaici con sistema di apertura e chiusura telecomandate e dai lettini solari dotati di connettività Wi-Fi. Ma anche agganci per la ricarica di veicoli elettrici e totem interattivi dai quali puoi inviare cartoline elettroniche e fotografie. Gli stessi totem che ti forniscono in tempo reale informazioni meteo e sulla qualità dell’aria e, perché no, ti danno anche qualche dritta turistica e di pubblica utilità. La prima tecnospiaggia è anche sicura: webcam panoramiche e un sistema di videosorveglianza vigileranno sul litorale, mentre un tecnologico sistema di telesoccorso provvederà alla sicurezza dei bagnanti.

Progetto Tecnospiaggia
Progetto Tecnospiaggia

Come detto, lo stabilimento di Bellaria sarà un “progetto pilota” e se tutto dovesse andare secondo i piani l’intera Riviera potrebbe riempirsi di tecnospiagge. Un’iniziativa capace di incrementare il turismo (in particolar modo straniero, come ha dichiarato il Presidente di Umpi Luca Cecchini) nel pieno rispetto dell’ambiente…e con quel tocco tech che tanto ci piace!

di Serena Mariani