Samsung Galaxy S III: che sia il nuovo anti-iPhone?

Presentato ieri sera all’Earls Court Exhibition Centre di Londra, l’attesissimo Samsung Galaxy S III sembra proprio voler diventare “l’anti-iPhone” a tutti i costi. Disponibile dal 29 Maggio in tutta Europa, sarà sicuramente al centro dell’attenzione nel mercato degli smartphone dei prossimi mesi, senza contare la grande visibilità data dall’essere punta di diamante dello sponsor delle Olimpiadi 2012.

Le due versioni del nuovo Samsung Galaxy S III: Marble White e Pebble Blue
Le due versioni del nuovo Samsung Galaxy S III: Marble White e Pebble Blue

Le carte in regola per essere competitivo ci sono tutte. Esteticamente gradevole, sottile e con i bordi arrotondati, verrà messo in commercio nelle due varianti cromatiche, Marble White e Pebble Blue. Un solo tasto – il classico della Home, qui in versione mignon – è affiancato da due bottoni capacitivi capaci di illuminarsi e scomparire, creando uno stile decisamente minimalista ed elegante. Lo schermo touch e protetto dal possente Gorilla Glass 2 è il Super AMOLED (720×1280 pixel), alta definizione racchiusa in 4.8 pollici. La fotocamera posteriore sa difendersi con i suoi 8 Megapixel, con la possibilità di effettuare video FullHD a 1080p. Non mancano features come l’auto-focus e il rilevamento dei volti, lo stabilizzatore di immagini e le opzioni di condivisione.

Il cuore del nuovo Samsung è però il suo processore Exynos quad-core, mentre parlando di software, ritroviamo ovviamente Android con il nuovo Ice Cream Sandwich.
E se il melafonino introduce Siri, ecco che la casa coreana porta sul suo nuovo smartphone S-Voice, sistema di riconoscimento vocale molto simile al “cugino di Cupertino”, eccezion fatta che sta volta la lingua italiana è già disponibile dal primo momento. Un’altra novità interessante è S-Beam, con l’introduzione della Near Field Communication, grazie alla quale i Galaxy S III possono comunicare tra loro condividendo foto, video e file. Per finire (anche se questo nuovo smartphone è ancora tutto da scoprire), è bene ricordare la sua liaison con i servizi Google Mobile: oltre ai classici ricerca/maps/Gmail, spiccano Google Play, Google Plus e Google Talk, così come Google Navigation e Google Dowloads.
Siamo davvero di fronte al nuovo “nemico pubblico” dello smartphone targato Apple?

di Serena Mariani