Selfie, Belfie, Bedstagram e altre social mode immotivate

Non so se lo avete notato. Da quando Ellen Degeneres ha sdoganato – per contratto con la Samsung, mica per un guizzo di genio – il #selfie durante la notte degli Oscar, ormai non si parla d’altro. Come se non bastasse mia mamma che si fa gli autoscatti e poi li pubblica su Facebook chiamandoli per nome, perché ora ha imparato, c’è anche Studio Aperto che fa i servizi parlando della moda del momento come se fossero stati Silvia Vada e gli altri reporter a scoprirlo. Mi sembra di essere tornata indietro nel tempo, quando Twitter non lo conosceva nessuno e poi a un certo punto Fiorello cominciò a parlarne e tutti sapevano cos’era Twitter: un’invasione di utenti-uova che non sono mai diventati attivi. Insomma, una moda può dirsi davvero tale se non è anche generalista? E anche se io vi parlavo di #selfie già ad ottobre scorso e gli amici mi prendevano in giro perché usavo termini idioti che nessuno conosceva, è adesso che l’autoscatto è davvero popolare. E cosa succede quando una cosa è popolare? Nascono le varianti, ovviamente: eccole tutte raccolte insieme, in un tripudio di trash e idee non-sense. Buona lettura!

#bedstagram: essere cool appena sveglie

Beyoncé nel suo #bedstagram. Fonte: cosmopolitan.com
Beyoncé nel suo #bedstagram. Fonte: cosmopolitan.com

Lo scorso 20 marzo Cosmopolitan USA raccontava per immagini la moda delle star: il #bedstagram. In pratica un giorno Beyoncè si sveglia – gnocca com’è – prende il suo iPhone e si fa un selfie a letto. Milioni di Like e tutte ad emularla: da Cara Delavigne in giù. Inutile dire che per essere davvero intense, dovete scattarvi la foto ad occhi chiusi, come se foste davvero in piena fase rem. Non vale passarsi il correttore per le occhiaie prima del click!

Cara  Delevigne nel suo #bedstagram. Fonte: cosmopolitan.com
Cara Delevigne nel suo #bedstagram. Fonte: cosmopolitan.com

#belfie: per veri amanti del lato B

La moda di fotografarsi il fondoschiena non è certo una novità, ma da un po’ di mesi ha un nome: #belfie. Orde di ragazze munite di solide rotondità si contorcono davanti allo specchio per riprendere al massimo della forma il loro sedere. Strano che sia diventato un trend apprezzatissimo, no?

Il #sellotape: prendi il nastro adesivo e chiuditi la faccia

Stravaganti scatti. Fonte: mashable.com
Stravaganti scatti. Fonte: mashable.com

Questa incredibile trovata si chiama #sellotape e consiste in quello che vedete: chiudersi la faccia in una morsa di nastro adesivo. Mi chiedo perché nessuno riprenda il dopo, quando te lo strappi via. Chi è il primo che ci prova?

Stravaganti scatti. Fonte: mashable.com
Stravaganti scatti. Fonte: mashable.com

#nomakeupselfie: iniziative che fanno bene

Dopo tanta goliardia, parliamo di hashtag e trend che nascono per fare del bene: il #nomakeupselfie è un bellissimo esempio. L’iniziativa è partita dal Cancer Research UK, che ha chiesto agli utenti di struccarsi e (avere il coraggio di) farsi un selfie per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla prevenzione del cancro al seno. L’appello è stato accolto da vip e utenti di tutto il mondo, ma Kim, andiamo, vuoi veramente farci credere di essere struccata in questo scatto che è un mix tra #bedstagram e #nomakeup?

Finti #nomakeupselfie. fonte: Instagram
Finti #nomakeupselfie. fonte: Instagram

di Giovanna