Social network: come li usi? Cosa scrivi o condividi?

Ciclicamente mi fermo, guardo i miei canali social e mi domando, li sto usando efficaciemente? Non capita anche a voi? Oppure avere trovato da tempo la vostra strategia, il vostro stile comunicativo e lo seguite?

I social network sono sempre in evoluzione e bisogna soffermarsi e domandarsi se non valga la pena provare a sperimentare nuovi modi di comunicare.

Io negli anni credo di aver adottato i seguenti criteri per cambiare ciclicamente il mio approccio di comunicazione sui social network.

Foto di Sharon Sala
Foto di Sharon Sala

Che tipo di uso ne voglio fare?
Per quale scopo uso i social network? Per comunicare fatti personali, per rimanere in contatto con le persone che conosco realmente, per fare networking, per divulgare informazioni, per svago o self branding?

Uno per tutti e ottimizzo il tempo
La più semplice delle strategie è cercare di impostare un flusso di comunicazione tra i vari servizi e aggiornare con un solo status tutti i social network in un solo colpo.
Il rischio: 1) come si vede il contenuto postato, es. le immagini una volta su Twitter non si vedevano, c’era solo il link, 2) chi ti segue su tutti i canali vede lo stesso contenuto più volte, 3) non tutti i contenuti vanno bene su tutti i social. Il vantaggio: con uno status sono tutti aggiornati e risparmi tempo.

Tanti canali: ognuno un suo messaggio da comunicare
Sicuramente questo metodo richiede più tempo e una riflessione sui contenuti che vogliamo postare. Se decidiamo di adottare la strategia di differenziare su ogni canale social una comunicazione diversa per il tipo di follower che abbiamo, dobbiamo tenere conto di studiare un vero e proprio piano di marketing ed editoriale: ad esempio, su Facebook parlo dei fatti miei personali, su Twitter condivido informazioni d’interesse professionale, su Google+ contenuti sulla fotografia, su Pinterest le mie passioni e su Instagram le mie foto.
Si deduce che ho segmentato tantissimo il mio pubblico, che seguendomi su tutti i canali si avrà di me un’immagine più completa, oppure scegliendo di seguirmi solo su alcuni si può scegliere quale immagine (professionale o personale) di me si vuole conoscere di più. Il vantaggi di questo metodo mi sembra evidente, la svantaggio come già menzionato è il tempo.

Foto di Sharon Sala
Foto di Sharon Sala

Tutto pubblico oppure no?
Anche questa domanda richiede una riflessione. Io sono per la regola assoluta che non bisogna mai pubblicare qualcosa che non racconteresti a tua madre, nemmeno con i settaggi della privacy impostati. Non sai mai quando un servizio che stai utilizzando cambierà le regole.
Ciò non toglie che ci sono cose che vogliamo comunicare, ma che allo stesso tempo non vogliamo che tutti leggano, come: uno stato d’animo, oppure una foto divertente, ma solo per gli amici più stretti, eventuali ex in ascolto 🙂

Attualmente il mio approccio è: poco professionale e molto personale, svago e ricerca delle mie passioni, differenziazione del messaggio, un mix tra pubblico e privato.

Voi come li utilizzate i social network?

di Sharon Sala