Spesa gratis in Danimarca con Freemarket

L’era dei social network cambia il modo di fare mercato ed è questo il caso di Freemarket, un negozio il cui slogan è “provalo prima di comprare”.

Simon Taylor, fondatore di Freemarket ha invitato i suoi clienti a provare un nuovo tipo di shopping “vendendo” loro i prodotti alimentari in cambio di pubblicità sui social network.

Se vogliamo cambiare il modo di fare acquisti adattandolo alle tecnologie del presente e alle possibilità che la rete ci offre, allora Freemarket è il posto giusto.

Cambiamo il modo di fare spesa!
Cambiamo il modo di fare spesa!

Per aderire alla filosofia di Freemarket bastano pochissimi step:
pagare un canone mensile di 2,50 euro e registrarsi al sito web del negozio lasciando i propri dati personali.

L’unica regola del Freemarket è: scatta una o più foto ai prodotti e pubblicale sui tuoi canali social, fai la recensione e lascia un tuo giudizio personale.

Freemarket: da sito online a negozio
Freemarket: da sito online a negozio

Simon Taylor viene da un passato lavorativo nella pubblicità ed è stato in grado di traslare tutti i concetti alla base dell’advertising all’interno di un negozio, proponendo così un nuovo tipo di visibilità del prodotto, il “tryvertising”:
– il brand ottiene pubblicità per i suoi prodotti,
– grazie alle informazioni delle registrazioni degli utenti ha anche molte informazioni su chi acquista e allarga il bacino di contatti,
– l’acquirente potrà fare la spesa senza quasi mettere mano al portafoglio.

Simon Taylor sta ricevendo feedback molto positivi, aprire in Danimarca è stata una scommessa in quanto le aziende sono molto conservatrici e sta già programmando per il 2015 altre due aperture: in Inghilterra, Svezia e Finlandia.

Chissà se l’Italia verrà mai inserita nei suoi progetti?

di Alessia Mariani