Trekking e tecnologia: le app per l’outdoor

Articolo scritto da Agnese del blog Viaggi zaino in spalla

Ormai è un vizio vivere in compagnia di un immancabile smartphone. La nostra vita non sarebbe la stessa senza i nostri amici tecnologici e soprattutto senza le immancabili App a disposizione per ogni esigenza di vita.

Esistendo App per ogni aspetto della vita non potevano mancare di certo App dedicate al trekking e alla vita outdoor. Quindi amici maniaci del trekking, la tecnologia viene incontro anche alle vostre abitudini e rende ultra tecnologico anche un passatempo come il trekking oggigiorno praticato per il contatto con la natura e per allontanarsi dalla frenetica vita di tutti i giorni.

Qualcuno può criticare, qualcun altro esultare: resta il fatto che dalla tecnologia non ci si allontana tanto facilmente e comunque finisce per incuriosire. Quindi cerchiamo di soddisfare la nostra curiosità e vediamo insieme quali sono le migliori App dedicate al trekking

My Tracks

Partiamo dalle basi o meglio da un’App decisamente basilare. My Tracks è un’app di Google che permette di tracciare il percorso della vostra escursione permettendo di ricavare le statistiche base: velocità, durata, distanza etc…).
E’ un’App adatta a chi non è molto esigente e, soprattutto, alle prime armi con delle applicazioni o anche con il trekking.

my-tracks
My tracks

Orux Maps

Altra App totalmente gratuita, ma sicuramente più completa della precedente. Ho trovato interessante la possibilità di scaricare delle mappe da poter utilizzare anche in modalità offline.
Con Orux Maps si registrano tracce, si archiviano, si creano tracce che poi si possono seguire in escursione. Le mappe a disposizione sono molte e non solo quelle di Google: a disposizione, ad esempio, avrete anche mappe topografiche americane o di Openstreetmap. Naturalmente i percorsi effettuati possono essere condivisi sui social.

orux
Schermata di Orux Maps 

Every Trail

Si tratta di uno dei siti più famosi per la condivisione dei percorsi trekking. Carina per chi vuole registrare i propri percorsi e condividerli con la community. Una grossa pecca è comunque il fatto che nella versione free, non a pagamento, le limitazioni di funzioni siano molte. Niente possibilità per la consultazione offline, solo tre mappe tra le preferite visualizzabili e visualizzazione di sole mappe Google sono sicuramente alcuni dei limiti più evidenti. Bella, invece, la possibilità di sfruttare moltissime guide anche se in inglese.

trekking1
Percorsi trekking

Alpine Quest GPD Hiking

App gratuita adatta a molte attività outdoor e applicabile anche al trekking. Sono molte le mappe che possono essere scaricate e riutilizzate in versione offline. Il gps permette la localizzazione in tempo reale sulla mappa in modo che diventi impossibile perdersi e questo anche in assenza di collegamento internet o di linea telefonica.

Locus Map

La considero una delle applicazioni trekking più complete e disponibile sia in versione free che a pagamento.
Con Locus Map è possibile scegliere tra tantissime mappe consultabili sia online che offline. E’ possibile l’importazione delle proprie tracce GPS. Anche nella versione free sono molte le funzioni sfruttabili anche se, in questo caso, è presente una barra pubblicitaria in alto piuttosto fastidiosa, ma comprensibile.

3ybvn
Locus Map

 

di Redazione