Twesume: l’hashtag per autocandidarsi e cercare lavoro su twitter, funzionerà?

Twesume l’hashtag per autocandidarsi - Foto di by Rosaura Ochoa su Flickr
Twesume l’hashtag per autocandidarsi – Foto di by Rosaura Ochoa su Flickr

Non basta più iscriversi a tutti i portali di annunci di lavoro, non basta più avere un profilo su Linkedin ben curato (leggi in questo post come fare), non basta più ricercare meticolosamente nei siti delle aziende sotto alla voce “Lavora con noi” una posizione per noi.

Adesso è possibile attirare l’attenzione di aziende, headhunter o futuri datori di lavoro anche postando uno status sui nostri profili social, addirittura su Twitter è stato creato un hashtag apposito, il Twesume, per questa tipologia di messaggi lanciati nella rete, sperando che qualcuno li colga.

Ed è proprio questa la domanda che mi faccio: qualcuno risponde a questi tweet di autocandidatura? Sono così curiosa che dopo questo pezzo proverò a postare il mio annuncio #twesume e vediamo che succede.

Innanzitutto, vediamo come scrivere un twesume che funzioni.
Mica vogliamo sparare una cartuccia a salve 🙂
Quello che vogliamo è attirare l’attenzione di un potenziale nuovo datore di lavoro.

Esempio di tweet twesume
Esempio di tweet twesume

Ricordatevi che avete solo 140 caratteri a disposizione, pertanto valutate bene che tipologia di azienda volete attrarre o a che tipo di lavoro puntate. È importante individuare subito le parole chiave più corrette.

Aggiungete in fondo al messaggio un link al vostro curriculum online, mi raccomando che sia aggiornato e curato, se non l’avete ad un vostro progetto o sito/blog personale.

Se scegliete di usare Twitter per farvi trovare da un nuovo datore di lavoro, curate il vostro profilo, spesso tra i tweet professionali postiamo anche qualcosa di personale, valutate se ciò che comunicate è qualcosa che vorreste che il vostro capo sappia di voi.

Esempio di tweet twesume
Esempio di tweet twesume

Naturalmente, sembra banale, ma anche no… seguite le aziende che vi interessano sui social network e, se le conoscete, anche le persone responsabili della selezione del personale, per essere informati su eventuali ricerche di lavoro.

Interagite online, non postate solo notizie interessanti e status autoreferenziali, ma tenete conversazioni con i vostri follower, il dialogo e la disponibilità anche solo a rispondere sono aspetti positivi che vengono notati. Siate attivi e non passivi.

A questo punto non ci resta che provare, se voi avete già utilizzato questo sistema fatemi sapere se ha funzionato, sono proprio curiosa.

di Sharon Sala