2013/06/25/image_1

Sono passati appena cinque giorni dall’arrivo della “novità Instagram 2013″ che già è un fiorire di video di ogni tipo. Così, come vuole la logica delle foto, soprattutto quando si tratta di utenti molto esposti come blogger o influencer, l’importante è mostrarsi e mostrare pezzettini di vita quotidiana, che sembrano piacere tantissimo ai follower. E se con Instagram e i suoi filtri tutti siamo diventati un po’ fotografi (ma anche no!), non è detto che le stesse abilità siano riservate ai video. In questo caso – ed è un mio parere, prendetelo come tale – vale la stessa regola che applicherei a ogni contesto della vita: se non si ha niente da dire, perché parlare?
Quello che, ad oggi, si può osservare sulle timeline del social network più amato è un piccolo melting-pot di contenuti, di prove e “first IG video“, dei contenuti assolutamente immotivati, a volte, mal realizzati e assolutamente privi di concetto. È ovvio che il mezzo è quello che è (lo smartphone o il tablet) e la risoluzione dei video è spesso tremolante e non ottimizzata, ma torniamo sempre al punto di partenza: è proprio necessario? A pochi giorni dal rilascio di questa feature, ecco qualche piccola riflessione, come sempre semi-seria e molto ironica, sul perché, se non si ha niente da dire attraverso i video di Instagram, forse la soluzione è continuare a scattare foto. Buona lettura!

Potere alle fashion blogger: baci e sfilate in movimento

Video su Instagram (fonte foto: mashable.com)
Video su Instagram (fonte foto: mashable.com)

Se hai un cane o un gatto, il mondo dei video è tuo

Video su Instagram (fonte foto: fstoppers.com)
Video su Instagram (fonte foto: fstoppers.com)

Qualche esempio di video su Instagram ben fatto

Continua a leggere

Lavoro e social network: intervista a Rudy Bandiera

Continua il viaggio nel mondo delle professioni del web. Oggi chiediamo un parere a un vero esperto: Rudy Bandiera, una web-star che sa il fatto suo.

Continua a leggere

Elisa D'Ospina: comunicare messaggi positivi sui social network

I social non servono solo a comunicare messaggi "leggeri": Elisa D'Ospina, modella curvy internazionale ed esperta di costume, ci racconta perché

Iscriviti al feed lifestyle