Vip, privacy e social network: intervista all'attrice e blogger Martina Pinto

Da quando i vip sono sbarcati sui social network è tutto un fiorire di scatti personali. Non c’è una gerarchia di temi trattabili: figli, nipoti, risvegli, il dentista, la preparazione di un matrimonio (Belen vi dice niente?). Su Instagram, in particolar modo, fioccano le immagini private, con grande disperazione dei paparazzi: che ruolo hanno in un mondo in cui il gossip si auto-genera e parte proprio dal protagonista? E se, in effetti, basta ormai cliccare “Segui” su Instagram per sapere tutto dei nostri vip preferiti? Insomma, il confine tra vita privata, che pure questi personaggi riterranno tale (o almeno così voglio sperare) e pubblica non esiste più e per scelta. L’obiettivo è quello di agganciare i fan, o banalmente renderli partecipi della propria vita; altre volte, quando a foto o tweet sono collegate polemiche e gossip, il motivo è giusto il far parlare. E cosa sono i social se non una cassa di risonanza pazzesca? Per capire meglio dove sta la linea di demarcazione tra il “Vi racconto di me” e il “Non ho più un barlume di vita privata e così anche chi mi sta intorno” ho fatto un paio di domande a Martina Pinto, attrice (in questi giorni potete vederla in tv, su Canale 5, nel serial Baciamo le Mani), ma anche social-addicted (su Instagram fa furore: la trovate come @martinapinto) e blogger. Visto il suo social-entusiasmo e le idee molto carine che ha per sfruttare al massimo il suo network (come i mini video #instalife, che raccolgono in piccoli frame la sua settimana su IG), ho pensato fosse la persona adatta per rispondere alle mie domande a tema vippitudine e privacy. Insomma, questo rapporto esiste o no?

Vita privata e social network: per un personaggio pubblico un rapporto ancora più incasinato! Quanto metti di te su Instagram, Facebook e blog e cosa invece hai deciso di lasciare fuori e tenere solo per te?
Martina: Cerco di tenere la vita privata tale, sempre. Ad esempio, raramente pubblico foto con il mio ragazzo o momenti della nostra vita insieme, anche perché lui è restio ai social e molto burbero a riguardo!


Su Instagram è facile anche promuovere il proprio lavoro, la propria immagine e, nel tuo caso, anche per condividere outfit e momenti di vita quotidiana. Cosa ti piace di più di questo social e quanto sei in fissa?
Martina: Instagram è il social più immediato, non devi stare per forza lì a pensare quello che devi scrivere, una foto parla da sola. Direi che sto parecchio in fissa! E’ un mezzo immediato e attivo: mi piace tantissimo!

Non tutti i follower sanno contenere l’entusiasmo e l’apprezzamento, scambiando la tua voglia di raccontarti sui social con altro: ti è mai capitato di dover bloccare un utente perché aveva superato la linea di confine?
Martina: Sì, capita spesso che le persone travisino quello che fai, perché da una foto su IG o dai 140 caratteri di un tweet si può facilmente sembrare superficiali, o nullafacenti… Comunque la linea di confine viene superata spesso, ma la cosa non mi infastidisce, lascio correre e il più delle volte rispondo con ironia. Ad oggi ho bloccato solo una persona perché “pericolosa”, il resto… ci sta, non si può piacere a tutti!

Tutte le foto dell’articolo sono tratte dall’account Instagram di Martina Pinto.

di Giovanna