Wii U: il primo appuntamento

Chi, come me, è una grande fan di Nintendo, di certo non può essersi persa l’annuncio della nuova console della casa nipponica. Ma se per un motivo o per l’altro ti sei persa l’evento, non disperare, ecco tutte le informazioni che cerchi!

Presentato durante l’ultima Electronic Entertainment Expo di Los Angeles, la nuova console Nintendo sembrerebbe introdurre dettagli innovativi nel panorama videoludico. Lo stesso Presidente Satoru Iwata afferma che “Wii U ridefinisce la struttura dell’intrattenimento domestico con cambiamenti fondamentali nell’interazione tra televisore, console per videogiochi e internet”. Vediamo perchè.

Wii U, esteticamente simile ma tecnicamente più performante rispetto al suo diretto predecessore, fa del suo punto di forza un elemento ben diverso dalla sua unità principale; la novità assoluta, infatti, è racchiusa nel nuovo pad, che si allontana dai vecchi Wii-Mote sia per dimensioni (questa volta decisamente più generose) che per funzioni: spiccano su tutti la presenza di un ampio schermo touch in 16:9, sul quale, con un coinvolgimento senza dubbio maggiore, sarà possibile focalizzare l’esperienza di gioco (ecco appunto come cambia l’interazione con il televisore). Ci sarà poi una fotocamera frontale, senza dimenticare due altoparlanti, il microfono e lo stilo. La presenza di accelerometro e giroscopio incorporati rendono il pad sensibile al movimento; stick analogici e pulsantiere completano il quadro.

Le potenzialità mostrate dalla nuova piattaforma sono senza dubbio molteplici e fruibili sia in single che in multiplayer, collegando alla console ben 4 Wii-Mote “ospiti” oltre al nuovo pad, ma non ancora del tutto rivelate. Sicuramente certa è invece la retrocompatibilità con gli accessori del vecchio Wii, cosa che renderà più semplice il “passaggio di consegne” tra il vecchio e il nuovo.
Per ciò che riguarda infine, le applicazioni ludiche ufficiali, queste parrebbero essere ancora un work-in-progress (la conferenza Nintendo è stata infatti avara di informazioni dettagliate in merito); ad ogni buon conto, da sempre la casa nipponica Nintendo ha abituato i suoi fan alla presenza di titoli per tutti i gusti e in questi ultimi anni è probabilmente quella che ha saputo sfornare più giochi casual e dedicati al mondo femminile (non si sono dimenticati di noi!). La speranza è dunque che Wii U venga sviluppato in tutto il suo potenziale e arricchito da titoli di ogni sorta.
Ma per scoprire come andrà a finire… non resta che attendere la prossima puntata!

di Serena Mariani