Yahoo: rinnova Flickr, compra Tumblr e ora punta su Hulu

Mentre Facebook e Google si davano battaglia su restyling grafici e funzionali delle loro applicazioni social, Yahoo sembrava restare indietro. Infatti erano anni che il loro servizio più conosciuto nel mondo della fotografia social, Flickr, non subiva un rifacimento sia grafico che funzionale.

Non poteva rimanere indietro sull’acquisizione di utenti, anzi con l’ascesa di Instagram c’era da stupirsi che Flickr non migliorasse i suoi servizi per non perdere fette di mercato.

Flickr
Flickr

Facciamo un passo alla volta e vediamo le novità di Flickr.

  • fotocentrico: viene dato più spazio alle foto, più grandi, ma ricorda un po’ la ricerca per immagini di Google. Per i fotoamatori che vogliono farsi notare nel mercato della fotografia il nuovo profilo su Flickr è diventato un bel biglietto da visita, senza dover obbligatoriamente avere un sito personale. Da non sottovalutare questo aspetto.
  • nuova applicazione: aggiornamento della App per tutti i dispositivi, per non rimanere indietro e per riguadagnare terreno. La nuova esperienza di navigazione da mobile è davvero entusiasmante e piacevole, ammetto che in questi giorni mi ha assorbito parecchio.
  • 1 terabyte per foto e video: più spazio con la versione free. Non devo più pagare la versione “pro”? per un’utente fedele come me che sono anni che pago la versione “pro” è una notizia piacevole e anche se la cifra non era enorme, il portafoglio ringrazia.
Tumblr
Tumblr

Per svecchiare il marchio, Marissa Mayer punta sull’acquisizione di Tumblr, un servizio di microblogging che fuori dai confini italiani piace moltissimo ai più giovani, qua da noi aveva avuto un momento di notorietà, ma ha ceduto il passo poi a Facebook. Con questa mossa acquisisce una fetta di mercato relativamente nuova, ancora però non sono note le intenzioni di Yahoo riguardo a Tumblr, rimarrà uguale o ci saranno rifacimenti grafici e funzionali?

In questi giorni, inoltre, gira la notizia che Yahoo stia puntando all’acquisizione di Hulu. Forse per colmare il vuoto di un’assenza di una piattaforma video?

Hulu
Hulu

Sembra che la battaglia non sia finita, ogni giorno Facebook, Google e Yahoo sfornano notizie e novità, comincia ad essere dura stare al passo.
Qui, più che la tecnologia, ad invecchiare in fretta saremo noi addetti al lavoro che se perdiamo la notizia di oggi siamo già superati 🙂

di Sharon Sala