Semplici consigli per risparmiare nella pianificazione del viaggio

In particolare agosto è il mese bollente, talmente tanto “caldo” che anche nei Paesi dove la stagione non è esattamente grandiosa (monsoni, tempeste, periodo invernale e temperature anche sotto zero) di fatto in questo mese i costi, in particolare dei voli, non sono tra i più economici in calendario.

Per inaugurare la bella stagione e la voglia di vacanza che sono certa si faccia sentire in maniera sempre più pressante voglio quindi stilare una serie di consigli per organizzare al meglio la propria vacanza tenendo un occhio ai costi! Ovvero dispensare alcuni consigli su come organizzare i propri giorni di ferie e di vacanza senza spendere una fortuna anche solo rivedendo alcune abitudini che oggi, anni delle offerte online e del bombardamento di informazioni, forse risultano un pò datate!

Cambiano i tempi e cambia anche il modo di viaggiare. Fai da te è meglio, ed in fin dei conti anche più divertente!

soldi in viaggio
soldi in viaggio

Voli aerei

  • Aereoporti secondari o destinazioni alternative. A volte piuttosto che volare su gli aeroporti principali conviene volare su aeroporti secondari o addirittura volare su un’altra città e coprire la tratta in autobus o treno (generalmente gli autobus costano di meno). Questo vale soprattutto per destinazioni sulla costa e al mare dove ad agosto si sa… c’è il pienone!
    Vero che i tempi si allungano ma cosa importa se ci si rende conto che si possono risparmiare anche €200? Non credi valga la pena?
    Prima di lasciarti affascinare dal costo del biglietto però verifica sempre il costo della tratta in bus tra la destinazione A e la B!

  • Le Newsletter, queste email portartici di fantastiche occasioni! Non cancellare le newsletter che le compagnie aeree ti inviano, anzi se non sei iscritto a nessuna, fallo!
    Lo so che a volte le trovi noiose o poche utili ma ho imparato a non cancellarle senza scorrere velocemente le offerte, ho visto voli che normalmente costano anche €1000 venduti con sconti di circa €400. Generalmente queste sono promozioni da prendere al volo e, dal mio modesto punto di vista, potrebbero essere scuse sufficienti per cambiare il programma di viaggio o, ancora meglio, viaggiare là dove mai e poi mai avresti pensato di poter andare!
  • Dormire

    • Camere di hotel last minute. Amante di hotel? E allora siccome la fortuna sorride agli audaci è tempo di andare alla ricerca delle offerte last minute, degli ottimi siti sono Priceline e Hotwire e Laterooms(sconti fino al 60%. La lista non si esaurisce a questi tre, pertanto mi sento di dare un semplice ma efficace consiglio.
      Vai su Google.com, digita nello spazio di ricerca “discounted hotels last minute”, et voilà! Di fronte a te una lunga lista di siti che offrono proprio quello che cerchi. Siediti ed armati di buona pazienza. La camera dei sogni a un prezzo abbordabile è pronta per essere scovata!
    • Camere in case di privati. Questa è una soluzione che ormai nell’ultimo anno impazza e che effettivamente ammortizza i costi per il pernottamento, ideale se si contratta per un lungo periodo. I siti che permettono di affittare una camera, o case intere, direttamente da privati sono tantissimi. Ne vogliamo menzionare alcuni? Sì!

      9flats

      Airbnb

      Wimdu

    • Ostelli Non lasciarti ingannare dalla parola, perché non è sinonimo di sporcizia, anzi! Alcuni sono bellissimi e organizzatissimi.
      Vero, la popolazione è giovane ma cosa c’è di male nel trovarsi in un contesto internazionale e giovanile?
      Senza poi tralasciare il fatto che tutti gli ostelli offrono soluzioni di pernottamento non solo in camere condivise ma anche in camere private. Soprattutto fuori dall’Europa i costi sono decisamente inferiori rispetto a una camera di hotel di classe turistica!

      Alcuni siti di riferimento:

      Hostelworld

      Hostelbookers

      Hostels

      YHA

    • Appartamento Se si è già in 4 perché non prenotare un appartamento invece che due camere di hotel? Il costo viene distribuito su più persone, pertanto in quanti più si è meglio è, e sono sicura che a conti fatti il risparmio c’è e non è di poco!
    • Couchsurfing. Come potrei mai dimenticare una istituzione del viaggiatore zaino in spalla? Couchsurfing è il sito che mette in contatto viaggiatori di tutto il mondo e che permette di ospitare ed essere ospitati a costo zero avendo la possibilità di “vivere” la destinazione da dentro le case!

    Turismo in generale

    • Ufficio turistico locale e carte turistiche. Gli uffici del turismo (Londra, Parigi, Berlino, New York e via dicendo) emettono carte con sconti per la visita di numerose attrazioni, ma anche tour fino ai ristoranti. Queste carte solitamente offrono ingressi ad attrazioni a prezzi scontati, trasporto pubblico ed agevolazioni presso ristoranti ma anche per l’acquisto di biglietti per eventi e spettacoli. La maggior parte delle grandi città di tutto il mondo offre queste carte… vale la pena informarsi!
    • Musei gratuiti Buona parte dei musei nel mondo offre la possibilità di accedere gratuitamente ovviamente in orari e giorni predefiniti, a volte un giorno a settimana altre volte in particolari orari. Per esempio in una città come New York che vanta dei musei splendidi (anche cari) determinare il cosa fare anche in relazione agli accessi gratuiti nei musei potrebbe far risparmiare centinaia di dollari! Ricordo che siccome non siete gli unici ad avere questo pensiero le file potrebbero essere lunghe e così i tempi di attesa. Per dirla con un vecchio detto che non si smentisce mai: chi primo arriva meglio alloggia!

    Mangiare

    • Mai mangiare in una zona turistica. E noi Italiani questo lo sappiamo bene, un caffè sul bar chic che da sulla piazza principale può costare quanto una pizza, questa regola vale a Roma o Venezia come in tutto il resto del mondo. Il ristorante con i camerieri accalappia turisti che sventolano un menù in inglese/francese/russo/cinese non solo non piace ma puzza di caro e qualità da punto interrogativo. Basta camminare per tre isolati in qualsiasi direzione per trovare ristoranti a prezzi inferiori e forse anche più autentici.
    • Chi lo ha detto che devi mangiare sempre al ristorante? Dici che quando viaggi vuoi farlo da “local”, nei limiti del possibile? E allora invece di andare in giro per ristoranti perché non vai per i mercati? Anche un supermercato dice tanto di una località che si sta visitando (e qui torna l’appunto per il quale poi noi italiani siamo abituati molto bene a tavola e spesso e volentieri troveremo le cucine straniere un po’ povere e forse deludenti. Non sempre… ma spesso!) Se non si dispone di una cucina e la giornata lo permette, la soluzione ideale è un pic nic al parco con dei panini e una birra. Semplice e piacevole.
    • Non puoi rinunciare al ristorante? Ben vengano i Lunch Menu! Credevo fosse pratica delle grandi città o dei centri cittadini con uffici dove spesso e volentieri durante la pausa pranzo si va fuori. Ma mi sono dovuta ricredere! In quasi tutto il mondo il menu del pranzo è una pratica usata e fa risparmiare molto sul costo finale. Spesso si può scegliere tra una selezione di piatti predeterminati ma sicuramente saranno pietanze del luogo… quindi scegli quella che ti attira, e buon pranzo!

di GiuliasaurusRex