Assicurazione di viaggio: perchè farla

photo by Simona Forti - Mumbai
photo by Simona Forti – Mumbai

Spesso e volentieri, quando si prenota un viaggio, soprattutto se breve, non si pensa mai a stipulare un’assicurazione di viaggio che copra soprattutto le spese mediche.
Se il viaggio è organizzato da un’agenzia, praticamente sempre, l’assicurazione è inclusa nel pacchetto completo e la si paga senza nemmeno farci caso.
Fino a qualche tempo fa devo ammettere che anche io non ci avevo mai pensato, tutto è cambiato quando ho iniziato a viaggiare di più all’estero e soprattutto quando sono andata a Cuba dove l’assicurazione sanitaria è obbligatoria per poter entrare nel paese.
Quando si parte, si è felici, carichi di belle energie e pensieri positivi e si pensa sempre che si è in vacanza, quindi che cosa mai può accadere?
Ma purtroppo, come ben sappiamo, Murphy è sempre dietro l’angolo e proprio durante il nostro fantastico viaggio che da tempo aspettavamo viene a farci visita portandoci qualche brutta sorpresa.
Vi può accadere che il vostro bagaglio non arrivi a destinazione subito e dobbiate attendere giorni, o che il vostro aereo faccia grandi ritardi o addirittura venga cancellato, o peggio ancora potrebbe accadere che vi ammaliate, che come me a Cuba vi prendiate l’ameba, o che potreste aver bisogno di cure mediche o consulti presso un ospedale.
So che posso sembrare l’uccello del malaugurio in questo momento, ma ahimè sono tutte cose che possono accadere e che come si suol dire è meglio prevenire che curare.
Ci sono paesi, come ad esempio il Giappone o gli Stati Uniti, in cui le spese mediche sono davvero altissime e se malaugaratamente vi dovesse servire un consulto medico state pur certi che senza assicurazione questo vi farebbe rimpiangere anche il giorno in cui siete partiti.

Ma quale assicurazione conviene fare?
La prima cosa da prendere in considerazione è quanti viaggi avete intenzione di fare in un anno e dove.
Se siete delle grandi viaggiatrici che amano girare il mondo allora potreste prendere in considerazione la possibilità di fare quella annuale con formula “mondo”, che praticamente vi copre in qualsiasi paese decidiate di andare.
Ovviamente questo tipo di polizza ha senso se organizzate i vostri viaggi da soli senza ricorrere ad un’agenzia di viaggi.
Ci sono poi le formule famiglia e quelle temporanee che sono valide essenzialmente per tutta la durata del viaggio.
Con quelle temporanee però bisogna fare attenzione perchè non sempre sono quelle più economiche.
Ad esempio, io quest’anno ho due grandi viaggi da fare: l’India (dove sono in questo momento) e il Giappone e ho visto che facendone due separate avrei pagato molto di più rispetto a quella annuale che invece ho fatto.
L’altra cosa importante da vedere sono i massimali e le voci che l’assicurazione ricopre, come ad esempio il ritardo del volo, la perdita bagaglio, ogni tipo di spesa medica come ospedale e medicine, etc etc.
Moltissime sono le compagnie che fanno questo genere di assicurazione, tra cui Europe Assistance e Viaggi Sicuri con la quale mi trovo molto bene e devo dire anche economica risetto a molte altre.
E voi, che tipo di assicurazione fate?

di nhaima