Bagan la città sacra della Birmania

Un diretto concorrente dell’imponenente e misterioso Machu Picchu o la bellissima e mistica Angkor Wat, ma – per il momento – con molti meno visitatori.

26 chilometri quadrati di pianura verdeggiante, palme ed alberi di tamarindo, attraversato dall’Ayeyarwady, 2,230 templi buddisti (un tempo erano 4.450), incorniciati da montagne lontane.

Un mondo lontano di cui si sente raccontare. Templi dalle sagome perfette e morbide, costruiti in quasi 200 anni, dal 1507 al 1287 dal re di Bagan, la cui costruzione venne interrotta dai diversi terremoti che afflissero questa terra e successivamente devastata a causa dell’invasione dei mongoli.

La maggior parte di questi templi è superbamente conservata, alcuni sono stati restaurati dall’Unesco, molti contengono affreschi, sculture e statue del Buddha, basta solo dedicare del tempo e andarli a scoprire, magari accompagnati da uno dei tanti locali che sicuramente si proporrà come guida per un giorno.

Una bellezza difficile da spiegare eppure solo alcuni di questi templi, o Stupas come vengono chiamati, sono visitati dai turisti, il cui numero sebbene in costante aumento continua ad essere ben lontano da quello di altre destinazioni nel mondo.

Ad oggi possiamo considerare Bagan ancora una destinazione gloriosamente incontaminata.

Bagan - Foto by http://tour-asia.net/
Bagan – Foto by http://tour-asia.net/

Quando viaggiare

Da evitare i mesi che vanno da marzo a maggio, quando queste possono arrivare a 43 gradi, come sconsigliato durante la stagione delle piogge che va da giugno a ottobre, ma su questo si deve avere fortuna.

Nei periodi di luna piena si svolgono dei festival locali famosi e di grande richiamo, quindi se si è intenzionati ad andare, vale la pena informarsi su questi.

Bagan - Birmania
Bagan – Birmania

Come viaggiare in Birmania

La Birmania è un posto difficile in cui viaggiare, soprattutto in maniera indipendente, bisogna essere pronti a viaggiare in condizioni scomode e in un Paese non ancora realmente attrezzato per il turista

.

In particolare da quando Aung San Suu Kyi e il suo partito, NLD, hanno sancito il turismo responsabile, la recente ondata di visitatori ha creato dei problemi.

Bagan - Birmania
Bagan – Birmania

Il Paese non ea pronto ad accogliere questo alto numero di visitatori e anche i grossi operatori turistici internazionali nonostante gli anni di esperienza in questo Paese devono fronteggiare richieste troppo alte per quella che è la reale capacità ricettiva.

Rimangono i problemi di sempre: carenza di infrastrutture; improvvise restrizioni di viaggio; la quasi totale mancanza di bancomat e cellulare, internet, l’incapacità, non in tutti ma in buona parte degli hotel, di accettare pagamenti con carta di credito.

Bagan - Foto by Raul Cruz Photography
Bagan – Foto by Raul Cruz Photography

Raggiungere Bagan indipendentemente

.

Alternativamente si può raggiungere Bagan da Yangon o Mandaly in traghetto, ma possono essere applicate restrizioni ai turisti e gli orari non sono sempre agevoli.

I treni collegano Bagan da Madalay o Yangon, l’ideale sarebbe il viaggio di notte. Il costo è di circa $35. Per maggiori informazioni sui treni il sito di riferimento è maninseat61.com/Burma.

Bagan - Birmania
Bagan – Birmania

Come muoversi a Bagan

La cittadina più vicina a Bagan è Nyaung-U, a poco più di 2 chilometri dalla Vecchia Bagan.
Sebbene vengano organizzati tours in bus l’ideale per scoprire questo sito bellissimo è noleggiare una bicicletta per potersi godere nella totale solitudine la bellezza di questi templi e magari scoprirne all’interno splendidi murales e statue di Buddha.
L’alba ed il tramonto sono i momenti piu belli, durante i quali sedersi su una delle tante Stupas e aspettare che il sole faccia il suo corso.

Visto per la Birmania

Il visto per entrare in Birmania è necessario, sebbene ultimamente sul sito ufficiale dell’ambasciata si parli della recente possibilità di ottenere il visto on arrival (ovvero alla frontiera o in aeroporto, sarebbe meglio richiederlo prima della partenza. Sulla modalità per richiedere il visto in Italia clicca qui.

Informazioni utili per il viaggio in Birmania

Alcuni accorgimenti possono tornare utili durante il tuo viaggio in Birmania, questi i principali.

  • Avere con se sempre dei dollari americani, che possono essere utilizzati sia per pagare che da cambiare.
  • I dollari che siano di piccoli tagli ($5, $10 massimo $20)
  • La mancia non è una pratica molto diffusa
  • Vestiti adeguatamente non lasciando gambe e spalle scoperte, anche se fa molto caldo. E’ un Paese molto conservatore e bisogna viaggiare nel rispetto delle tradizioni.
  • Le scarpe e le calze devono essere tolte prima di entrare nei templi.
  • Le donne non sono sempre ammesse in alcuni templi.
  • Non toccare nè stringere la mano a monaci e monache, si saluta chinandosi di un poco.
  • L’acqua non è potabile.

Per una idea di itinerario indipendente in Birmania clicca qui.

di GiuliasaurusRex