I 10 borghi più belli d' Europa

Alla ricerca di borghi tipici in Europa? Allora guardate le foto di questi piccoli villaggi che mantengono ancora antiche tradizioni, trasmettendo al viaggiatore tutto il fascino e la poesia di un tuffo nel passato tra costruzioni millenarie, mercatini di artigianato, cucina locale solo con veri ingredienti bio (coltivati sotto casa), pastorizia ed agricoltura.

In questi posti non troverete ristoranti ed alberghi di lusso ma minuscole trattorie a gestione familiare, camere in affitto in casa dei pochi abitanti della zona, attività “vere” quotidiane del villaggio a cui potrete partecipare come se foste anche voi del luogo.

Se volete organizzare un weekend in Europa mettete in conto di fare una piccola deviazione, anche solo di qualche ora, alla scoperta di uno di questi luoghi incantati.

Borghetto sul Mincio – Italia

Situato in provincia di Verona ed incluso a pieno diritto nella lista de “I Borghi più belli d’Italia”, Borghetto sul Mincio ha un fascino da cartolina. Potrete solo visitarlo (bastano due ore) od alloggiare e dormire dentro i mulini, in strutture ristrutturate ma con un fascino ineguagliabile, dove sarete cullati dal sensuale rumore delle acque del Mincio.

Borghetto sul Mincio - Verona - Italia
Borghetto sul Mincio – Verona – Italia

Chassignolles – Francia

Chassignolles è un comune francese di soli 84 abitanti situato nel dipartimento dell’Alta Loira della regione dell’Alvernia. Il villaggio è immerso in verdi pascoli e ruscelli meravigliosi le cui acque vengono utilizzate anche per proprietà curative.

Chassignolles - Francia
Chassignolles – Francia

Folégandros – Grecia

In questa remota isola del Mar Egeo non troverete un turismo sfrenato come a Santorini: un luogo tranquillo fatto di pace e silenzio, mulini a vento, un paesaggio da sogno. Meta ideale per una fuga di tranquillità fatta solo del rumore delle onde che si infrangono nei ciottoli delle stupende spiagge.

Folégandros - Grecia (fonte zingarate.com)
Folégandros – Grecia (fonte zingarate.com)

Hellnar – Islanda

Questo piccolo paese è rimasto intatto dall’invasione dei Vichinghi nell’undicesimo secolo. Un minuscolo villaggio di pescatori, una manciata di residenti che si contano sulla punta delle dita e che tutelano tradizioni e paesaggio, preservando un ambiente incontaminato e da favola.

Le uniche abitazioni presenti, delle fattorie, sono eco-compatibili e si alimentano con l’energia idroelettrica del ghiacciaio di Snaefellsjökull.

Hellnar - Islanda
Hellnar – Islanda

Saint Geniès – Francia

Meta imprendibile per gli amanti del gourmet, famosa per il foie gras ed i tartufi.

Un piccolo villaggio a due ore dalla regione del Bordeaux che vi farà rivivere antiche esperienze come l’intreccio dei cesti di vimini, una cucina tipica e di casa, mercatini artigianali fatti dagli abitanti del luogo.

Saint Geniès - Francia
Saint Geniès – Francia

Hallstatt – Austria

Hallstatt è un piccolo villaggio austriaco di soli 933 abitanti. Un tempo era raggiungibile solo dal lago o tramite inerpicati sentieri: questo lo ha preservato nel tempo facendolo rimanere un borgo incantato, con poco turismo e tradizioni millenarie come la produzione di sale.
Per la sua bellezza è stato anche “copiato” dai cinesi: in Cina infatti si trova una replica fedele pressoché identica della cittadina realizzata da una ricca società mineraria del luogo!

Hallstatt - Austria
Hallstatt – Austria

Koguva – Estonia

Il villaggio è situato in una piccola isola incontaminata. Pesca e pastorizia le uniche attività che producono benessere agli abitanti del luogo. Passare due giorni in questa località fatata vi farà incontrare capre selvatiche, volpi, cervi ed alci. Bellissima in primavera la migrazione dei cigni selvatici, e da visitare anche le produzioni locali di orchidee.

Koguva - Estonia (fonte zingarate.com)
Koguva – Estonia (fonte zingarate.com)

Kotor – Montenegro

In autunno, una nebbia si deposita sulle colline che circondano la baia di Kotor, creando un’atmosfera fiabesca che non ha eguali. Il turismo qui sta iniziando a far da padrone: molti i russi che acquistano case coloniche nelle colline, ed i ristoranti aperti negli ultimi anni che propongono deliziosi piatti montenegrini come la carne in umido. Le spiagge non sono ancora state “toccate” ma purtroppo questo lato selvaggio della costa dalmata non rimarrà naturale a lungo.

Kotor - Montenegro
Kotor – Montenegro

Staufen im Breisgau – Germania

Questo piccolo borgo ai margini della Foresta Nera, nella Germania meridionale, è la meta ideale per un weekend eno-gastronimico. Da Strasburgo, si passa per colline coperte di vigneti terrazzati e paesaggi da cartolina. Le case color pastello accompagnano i visitatori alla piazza principale sovrastata da una meravigliosa chiesa gotica del 700.

Staufen im Breisgau - Germania
Staufen im Breisgau – Germania

Giornico – Switzerland

In questo minuscolo villaggio del Ticino sembra di vivere in una fiaba: pochissime abitazioni in pietra situate a ridosso di due ruscelli antichi e suggestivi. I pochissimi ristoranti a conduzione familiare sono chiamati “grotte” ed offrono piatti tipici fatti in casa come lo spezzatino con carni locali, polenta e la crostata di mele.

Giornico - Svizzera
Giornico – Svizzera

di Redazione