Halloween: dove andare per festeggiare la notte più spaventosa dell'anno

Articolo scritto da Agnese del blog Viaggi zaino in spalla.

Si avvicina il 31 ottobre… si avvicina Halloween, siete sicuri che non sia una cosa che vi riguarda? Sicuri che, nonostante la consideriate una festa “americana”, non avrete a che fare con zucche, maschere, fantasmi e.. “dolcetto o scherzetto”?

È vero, qui in Italia Halloween è arrivato solo grazie al cinema e ne abbiamo rubato l’aspetto carnevalesco. A divertirsi sono principalmente i bambini, oppure i proprietari dei locali che ne approfittano per organizzare feste a tema, ma Halloween non è solo questo.

In primo luogo, anche se in Usa e Canada è tanto sentita, questa festività non ha origini americane.

Le origini della festa di Halloween

L’inizio della storia della festa che oggi conosciamo come Halloween in realtà è nel vecchio continente.

Nonostante il dibattito sia complesso, e qualcuno parli addirittura di origini romane, i più legano la nascita di questa ricorrenza ai Celti e alla loro festa di Samhain, la festa di fine estate.

I Celti credevano che durante la notte dedicata alla festa di Samhain il confine tra mondo dei vivi e dei morti si assottigliasse e diventasse così labile da permettere ai morti di superarlo e vagare sulla terra.

Proprio per ingraziarsi le anime dei morti che vagavano eccezionalmente per le strade della città era usanza lasciare dolci davanti alla porta di casa e anche delle lampade che ne guidassero il cammino.

Falò venivano accesi in vari punti della città e gli uomini si travestivano e ballavano avanti alle vive fiamme per scacciare streghe e spiriti maligni.

Nonostante oggi si sia arrivati a sottolineare esclusivamente lo spirito goliardico della festività e soprattutto il suo lato un po’ lugubre legato all’occulto facendola diventare una festa quasi horror, Halloween nacque come insieme di rituali legati al cambio di stagione. Attraverso questi rituali si tentava di esorcizzare le paure per l’ignoto, oltre naturalmente grandi paure di quei tempi come potevano essere la perdita dei figli o ancora del raccolto.

Zucche intagliate, filastrocche e costumi arrivarono tanto tempo dopo, praticamente siamo costretti a spostarci ad inizi ‘900.
La conosciutissima e divertente zucca intagliata probabilmente riprende l’originario utilizzo di rape intagliate per ricordare le anime bloccate in eterno in Purgatorio. Halloween e la sue zucche intagliate con il loro ghigno terrorizzante hanno potuto sancire il loro matrimonio solo a metà ‘900.

Dove festeggiare Halloween?

Se avete qualche giorno libero, circa una settimana, e puntate ad un viaggio lungo raggio, inutile dire che un viaggio negli Stati Uniti è il consiglio migliore. È qui che godrete dell’atmosfera reale dell’Halloween moderno gettandovi con la vostra maschera nella folla dei fantasmi e mostri che si daranno alla bella vita per tutta la notte.

Una idea per un Halloween a stelle e strisce è sicuramente quella di andare a visitare il museo delle streghe di Salem che ricorda al mondo la condanna a morte di 26 persone accusate di stregoneria. Salem è una cittadina a nord degli Stati Uniti (in Massachussets) ed è diventata una delle mete predilette per i festeggiamenti di Halloween.

Sempre negli Usa, altra alternativa è New Orleans. Anche se in molti non vedono un chiaro collegamento tra questa città e Halloween, a New Orleans si può visitare l’orripilante palude di Manchac Swamp sotto la luce di spettrali torce.

Oltre questo considerate che la festa di Halloween a New Orleans è la seconda per importanza durante l’anno dopo il carnevale quindi troverete una atmosfera decisamente horror!

Avete meno tempo e anche un budget più limitato?

In pochi sanno che anche l’Europa ha la sua Salem: si tratta del paesino di Chalindrey al confine tra Francia e Svizzera. Ogni anno in questo paesino poco conosciuto il Festival delle streghe anima le strade con balli celtici e feste che ricordano le origini della caccia alle streghe ormai risalente a più di 500 anni fa.

Ricordate poi che avete a disposizione, a poche ore di volo, il paese dove si pensa che Halloween abbia avuto proprio la sua origine: l’Irlanda.

Se volete un consiglio per organizzare il vostro tour di Halloween in Irlanda sappiate che la destinazione da considerare è la città di Athboy (Contea di Meath). Si tratta di una città a circa 40 km da Dublino e sembra che proprio qui in passato si tenesse la storica festa di Samhain, quella che era il vero capodanno celtico.

Altra destinazione a due passi dall’Italia e quindi facilmente raggiungibile per un Halloween fuori dal comune è sicuramente la Transilvania: cosa c’è di meglio di festeggiare la notte di Halloween girando per il castello di Dracula? Il castello si chiama realmente Castello di Sighisoara, è una fortezza del XV secolo e fu residenza del conosciutissimo e sanguinario conte.

di Redazione