Helsinki: cosa fare in due giorni

Ci sono città che necessitano di essere visitate più volte durante l’anno, in stagioni diverse per poterne pienamente apprezzare tutte le bellezze.
Una di queste è sicuramente Helsinki, che appare in inverno sotto una veste bianca e soffice, seppur fredda e che, da quanto mi hanno raccontato i finlandesi, si trasforma completamente in estate.
Io, grazie a Visit Finland e Visit Helsinki che hanno organizzato la Nordic Bloggers’ Experience, ho avuto la possibilità di visitarla questo gennaio e devo dire che un certo fascino lo ha!
Ed oltre alle varie cose organizzate da loro ho avuto modo di esplorare un po’ da sola la città.
C’è da dire che in questo periodo dell’anno fa davvero molto freddo, si possono raggiungere anche i -20 gradi e le ore di luce non sono moltissime, quindi se avete intenzione di “passeggiare” per le vie del centro sappiate che dovrete vestirvi in maniera davvero adeguata!

Helsinki - Foto di Simona Forti
Helsinki – Foto di Simona Forti

Per quanto io fossi ben coperta, lo ammetto, non riuscivo a stare in giro per più di 20 minuti di seguito, per cui non facevo altro che entrare ed uscire dai negozi, i musei, le chiese e i caffè!
Il modo migliore per girare la città è acquistare la Helsinki Card, che può essere valida per 24, 48 o 72 ore e costa rispettivamente 39, 51 e 61 euro.
Con la Helsinki Card, gentilmente offertami da Visit Helsinki, avete tantissimi benefit di cui godere: entrate gratuite ad alcuni musei, sconti presso altre attrazioni turistiche, ristoranti e negozi e la possibilità di usufruire di tutti i mezzi pubblici, traghetti compresi.
Tra le cose da visitare ad Helsinki, sicuramente non possono mancare la Cattedrale protestante, simbolo della città, che si trova nella piazza del Senato, la bellissima e ortodossa Cattedrale Uspenski e il mercato del cibo Kauppatori dove potrete trovare tutti i prodotti tipici scandinavi sia da acquistare che da provare sul momento!

Cattedrale di Helsinki - Foto di Simona Forti
Cattedrale di Helsinki – Foto di Simona Forti
Cattedrale Uspenski - Foto di Simona Forti
Cattedrale Uspenski – Foto di Simona Forti
Kauppatori, Helsinki - Foto di Simona Forti
Kauppatori, Helsinki – Foto di Simona Forti

Helsinki è inoltre una delle capitali del design e, se ne siete appassionati, non potete assolutamente mancare una visita al museo e alla galleria della fabbrica Arabia, che insieme ad Ittala e Marimekko, sono tra i marchi più famosi e popolari della Finlandia.
Da Helsinki è inoltre possibile fare escursioni quotidiane verso le isole e le città più vicine. Tra le più belle ci sono senza dubbio quella verso la piccola città medievale di Tallin in Estonia e quella verso l’isola di Suomenlinna, uno dei luoghi più importanti per i finlandesi.
Quest’isola è una fortezza, costruita nel XVIII secolo, che si trova a largo di Helsinki ed è raggiungibile con il traghetto in 15 minuti circa.
Conosciuta prima con il nome di Sveaborg, venne poi rinominata Suomenlinna nel 1918 in concomitanza della dichiarazione di indipendenza della Finlandia dalla Russia. Dal 1991 è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità ed è sicuramente uno di quei luoghi che vorrei visitare in una stagione più mite.

Helsinki - Foto di Simona Forti
Helsinki – Foto di Simona Forti

Ma se andate in Finlandia c’è una cosa che dovete assolutamente fare: la sauna!
La sauna per i finlandesi è un po’ come il caffè per noi italiani: qualcosa di profondamente radicato nella loro cultura.
Noi abbiamo avuto la possibilità di sperimentare la vera sauna finlandese in un posto meraviglioso, alla Sauna Society di Helsinki!
Ci sono più tipi di saune, che variano non solo per il modo in cui il calore sotto le rocce viene prodotto (elettricamente, a legna, etc) ma anche per la temperatura che raggiungono.
Sappiate che la sauna più calda può arrivare anche a 140 gradi centigradi!
Io personalmente mi sono fermata solo alla seconda, quella intorno ai 70/80 gradi.
Per molti finlandesi è usanza poi nuotare nel mare ghiacciato non appena si esce dalla sauna. Io non so come ho avuto il coraggio di farlo e devo dire che è stata un’esperienza incredibile! La temperatura dell’acqua era di 2 gradi mentre fuori nevicava e c’erano -10 gradi centigradi!

La Finlandia, almeno per noi italiani, è una destinazione non propriamente economica.
È comunque possibile trovare alloggi non particolarmente costosi come ad esempio l’ostello in cui ho alloggiato io gli ultimi due giorni. Si chiama Eurohostel, è molto pulito, funzionale, carino e… ha la sauna! 🙂
Se invece potete permettervi un budget più alto ci sono altri due posti che mi sento di consigliare: lo Scandic Hotel Paasi, un hotel di design, molto particolare e curato nei dettagli in cui ho alloggiato i primi giorni, e il Radisson Blu Seaside hotel dove invece abbiamo alloggiato nei giorni durante la fiera. Il Radisson non è proprio lo stile di albergo che normalmente prediligo, in quanto si tratta di un albergo di lusso e personalmente preferisco essere più a contatto con gli altri viaggiatori e scambiare esperienze come negli ostelli, ma non posso certo nascondere di essermi trovata molto bene, soprattutto per l’ottimo servizio clienti che hanno.

La mia camera allo Scandic Hotel Paasi - Foto di Simona Forti
La mia camera allo Scandic Hotel Paasi – Foto di Simona Forti
La mia camera, superior class, al Radisson Blu Seaside Hotel - Foto di Simona Forti
La mia camera, superior class, al Radisson Blu Seaside Hotel – Foto di Simona Forti

Arrivare in Finlandia è molto facile, la compagnia Finnair, abbastanza economica, ha dei voli diretti dalle principali città europee tra cui anche Milano e Roma.
Per quanto riguarda quello che non può mancare nella vostra valigia mi sento di consigliarvi: abbigliamento intimo termico, calze e calzini di lana (da mettere in più strati), felpe e magliette in pile, sciarpe e scaldacollo, cappello di lana, guanti caldissimi come quelli da neve e dei sottoguanti in seta che mantengono ancora di più il calore, scarpe da neve o simili che siano calde e impermeabili e una crema per il viso per il freddo e il vento!
Se siete ben attrezzati, allora è fatta! La Finlandia è vostra!

di nhaima