Honduras: il paradiso? Io l'ho visto!

Un altro racconto di viaggio della nostra pm Silvia, che mi voglia rubare il lavoro?

Molti di voi conosceranno l’Honduras per via del reality show L’isola dei Famosi.

Devo essere sincera, anche io ho conosciuto questo posto meraviglioso proprio grazie al programma.

Era il 2007 e lavoravo nel mondo del cinema e della tv, per due anni di fila avevo provato a contattare Magnolia (casa produttrice del reality), senza buon esito, finchè un giorno…

È arrivata la fatidica telefonata. Era agosto e nel giro di un paio di settimane mi sarei trasferita per tre mesi nel paradiso terrestre.
Volo Blu Panorama, Milano – Cuba – Roatan più piper da Roatan per La Ceiba.
Così è iniziata l’avventura.
L’Honduras, per chi non lo sapesse, è uno stato del centro America si affaccia a nord-ovest sul golfo dell’Honduras, a nord e ad est è bagnato dal Mar dei Caraibi, confina ad est con il Nicaragua, a sud si affaccia sul golfo di Fonseca dell’Oceano Pacifico e ad ovest confina con El Salvador e Guatemala. Il paese comprende anche le Islas de la Bahía (Isole della Baia): Guanaja, Útila e Roatan; e più a Nord, le lontane Swan Islands.

Roatan

È la maggiore delle Islas de la Bahía, oltre ad essere l’isola dove si trova l’aeroporto. Deve la sua fama al fatto di essere stata il covo di alcuni famosi pirati tra cui il famigerato Henry Morgan, dal quale prende il nome in fantastico resort di West Bay dove vi consiglio di soggiornare.

Roatan- Henry Morgan resort
Roatan- Henry Morgan resort

Ha dei prezzi decisamente abbordabili e si trovano delle ottime offerte online di pacchetti completi per 10 gg. Se non volete fare una vacanza in villaggio, potete acquistare solo il volo e una volta arrivati a Roatan, affittare dei bungalow davanti alle spiagge di East Bay.

Roatan
Roatan

Sull’ isola potrete affittare dei motorini, girare le varie spiagge, immergervi nei meravigliosi fondali, fare shopping e sopratutto fare il bagno con i delfini a Sandy Bay.

Roatan
Roatan

Devo dire che è un’ esperienza che non ha eguali. I delfini sono tenuti nel mare e non in una piscina, si può fare il bagno con pinne e maschera e sentire il loro richiamo sott’acqua, girarsi e trovarli accanto, nuotare insieme.

Roatan
Roatan

Il costo, nel 2007, era di circa 70 dollari per un’ora.
Da Roatan potete affittare un catamarano e farvi portare a …

Cayo Cochinos

Le Cayos Cochinos sono un gruppo insulare composto da due isole Cayo Mayor e Cayo Menor e quattordici isolotti corallini situati a circa 30 km a nord-est di La Ceiba sulla costa settentrionale dell’Honduras. Le isole fanno parte di una riserva marina protetta e nel 2003 sono state dichiarate Monumento Natural Marino. La barriera corallina di cui fanno parte è la seconda per estensione a livello mondiale ed è nota come barriera corallina meso-americana.
È proprio in questo arcipelago che si trovano le varie isolette utilizzate come location per il reality. Inutile dirvi la bellezza di questi posti. Durante il periodo dei reality (sia quello italiano, Isola dei Famosi, che quello di altri paesi come la Spagna, Supervivientes, e di altri paesi) sono super blindate e si possono vedere soltanto da una certa distanza a bordo di una barca, ma se siete in vacanza a Roatan dovete assolutamente visitarle.
Potete però consolarvi con una piccola isoletta, dove andavamo noi della troupe nel giorno libero, Chachauate.

Chachauate
Chachauate

La popolazione locale non è hondurena bensì Garifuna. La discendenza è quella Africana, come potete vedere anche dalle foto.

Chachauate
Chachauate

Gli abitanti vivono di pesca e del poco turismo di passaggio. Mi ricordo che, appena scesa dalla barca, ebbi un pensiero ben preciso.. “Ok, ero sull’areo.. è precipitato e ora sono in Paradiso”.

Chachauate
Chachauate

Prima di allora non avevo mai visto i Caraibi e ritrovarmi dentro una di quelle foto viste solo nei cataloghi di vacanze da sogno, fu uno shock non da poco. Vi consiglio inoltre di fermarvi a mangiare un’aragosta.

Aragosta
Aragosta

Basta chiedere alla capanna bar e un gentilissimo signore si butterà a pescarvene una.

Il piatto unico, da 10 dollari circa, prevede: aragosta, riso in bianco, platani fritti, salsa piccante e una birra gelata. Dopo una breve siesta sull’amaca e una sessione di shopping di collanine, braccialetti e co. realizzati dai bambini del posto, ho fatto un altro pensiero… “Ok, dopo aver visto tutto ciò.. posso anche morire!”

Chachauate
Chachauate

La Ceiba

L’ headquarter della produzione si trovava in un vilaggio turistico a 30 km circa dalla città di La Ceiba sulla costa atlantica davanti all’arcipelago di isole.

La Ceiba
La Ceiba

La città di La Ceiba è la classica cittadina del centro/sud America con strade fangose, grandi grovigli di cavi della corrente, periferie pericolose e sovraffollate e alto tasso di criminalità. È preferibile non girare da soli, ma accompagnati magari da un tassista, come facevo io.

La Ceiba
La Ceiba

Nombre de Diòs e Rio Sanitran

Forse vi ricorderete questa location, la montagna dove si trovavano i “non famosi” dell’ Isola 5.

Nombre de Dios - Rio Saritran
Nombre de Dios – Rio Saritran

Ci troviamo proprio nel bel mezzo della giungla, con un’umidità altissima e zanzare feroci. Tralascio il racconto sui serpenti e sui ragni, ma vi assicuro che ce ne era una folta popolazione!

Se vi capita quindi di soggiornare a Roatan, prendete un traghetto e arrivate a La Ceiba. Da qui prendete un taxi e fatevi condurre al Nombre de Dios.

Nombre de Dios - Rio Saritran
Nombre de Dios – Rio Saritran

Scenari stupendi, selva rigogliosa attraversata da ruscelli che confluiscono nel grande Rio Sanitran.

Vista mozzafiato! Provare per credere.

Nombre de Dios - Rio Saritran
Nombre de Dios – Rio Saritran

Che dire…

Fossi in voi non ci penserei due volte a partire! Vi consiglio di evitare la stagione delle piogge (più o meno da metà agosto a metà dicembre). Anche se gli acquazzoni sono molto violenti, nel giro di un’ora generalmente torna il sole.
Buon viaggio e mi raccomando, non dimenticate di farvi fare le treccine dalle donne Garifuna! Bigodino docet!

La Ceiba
La Ceiba

di Silvia Viali