I mercati di Londra – Un tour alternativo

Londra dalle mille sorprese, tanto grande e caotica da far confondere e farti perdere, o peggio ancora da portarti a camminare sempre per le stesse rotte proprio per non incorrere nel rischio (lo vogliamo chiamare così?) di disorientarsi.

Metti la sua grandezza che ti sballottola da un lato all’altro in 2 ore eterne e senza fine, metti la numerosità dei suoi quartieri che poco hanno a che vedere gli uni con gli altri, metti i giri convenzionali con i vari “must do” (cose da fare) che ci illudiamo possano raccontarci una città che andrebbe scoperta a capitoli, Londra è da scoprire nella sua incredibile diversità, non basta un weekend né una settimana.

Londra da sfogliare come un emozionante e denso libro pieno di colpi di scena, informazioni e storie che si intrecciano e ti conducono verso gran finali insospettabili.

Londra nella sua feroce invivibilità, città calpestata giornalmente da milioni di persone che corrono, dal lunedì al venerdì, per le scale mobili delle metropolitane e per le strade… poi improvvisamente il weekend rallenta.

STOP! Tutti fermi e il tempo si dilata.

Ci si riversa per le strade popolando i numerosi mercati, le cui bancarelle raccontano di stili di vita, di passioni, di storia ed arte, di cibo e di integrazione culturale.
Luoghi in cui ci si confronta inevitabilmente con l’altro, anzi con gli altri.

Londra per tutti, Londra di tutti, che in questi spazi pubblici e variegati racconta storie di popoli e di culture che coabitano armoniosamente.

Signori e Signore, benvenuti nelle piazze del mondo. Benvenuti nei mercati di Londra!

Mercati di Londra - Photcredit by http://www.christopherfowler.co.uk/
Mercati di Londra – Photcredit by http://www.christopherfowler.co.uk/

Una passeggiata virtuale per i mercati della CITY per scoprirne assieme un lato nuovo, quello che secondo me ne mostra l’umanità.

Alfies Antique Market

Questo è il più grande mercato al coperto di Londra, il baule dei tesori per gli amanti di abiti antichi e vintage, come collezione e pezzi di design del 20° secolo. Più di 600 bancarelle stracolmi di pezzi vecchio stile, dai rari capi vintage a vecchie targhe e scatole colorate. Alfies Antique Market offre anche una grande caffetteria panoramica.

Borough Market

Qui anche i nostalgici del gorgonzola, quello vero, o dei tortellini troveranno quello che cercano. IL, non a caso lo metto tutto in maiuscolo, paradiso gastronomico di Londra. La vasta gamma di prodotti freschi, genuini e provenienti da tutto il mondo fanno di questo mercato forse il più caro come il non plus ultra del palato, anche, anzi soprattutto, di quello più fine ed esigente.

Brick Lane Market

C’è chi ci vuole vedere sporcizia e decadenza e chi, come la sottoscritta, ci trova il meglio della città. Dal mercato dei fiori di Columbia Road alle bancarelle di roba usata e cianfrusaglie con sfondo graffiti di alta qualità ed odore di piatti asiatici emanato dai banchetti di cibo internazionale, Brick Lane è la gemma di una Londra diversa, giovane e vivace. Non più quella delle banche e della finanza ma quella disordinata e caotica della Londra giovanile e delle caffetterie che sembrano arrangiate ma che in verità sono curate nei minimi dettagli. Un angolo di città che sembra voglia invitare a rallentare. E di questo invito, Londra ne ha bisogno.

Broadway Market

Broadway Market si trova ad Hackney ed è qui che mescolano magistralmente merci provenienti da agricoltori locali, produzioni di artisti ed artigiani. Un pensiero alternativo come regalo dalla città? Qui trovi quello che cerchi… e anche quello che non cerchi ed a cui non sai dire di no!

Greenwich Market

Greenwich Market si discosta dal mercato di Brick Lane, qui regna sovrano il design e le produzione di piccole imprese artigianali. Il fine settimana si anima di circa 150 bancarelle che vendono gioielli, quadri, abiti, accessori e regali particolari, di quelli che pensi “solo a Londra!”.

Old Spitalfields Market

Old Spitalfields Market è un popolare mercato coperto dove si vende di tutto, dal cibo ai vestiti alle opere d’arte. A due passi da Shoreditch solitamente chi passa per Brick Lane inevitabilmente fa un salto pure qui.

Portobello Road Market

Il mercato di Portobello Road risale al 1800, sebbene la sua fama legata prevalentemente alla vendita di oggetti d’antiquariato è datata 1950. Il giorno ideale per visitarlo è il sabato ed oggi oltre alle bancarelle che lo hanno reso famoso si trova di tutto: frutta e pane, manifesti, abiti vintage, abiti di design, musica e oggetti inutili…che volente o nolente catturano l’attenzione.

Camden Lock Market

Vorrei poter dire che Camden Lock di oggi è lo stesso di anni fa ma nonostante il suo animo sia in qualche maniera cambiato, un giro qui vale sempre farlo. Camden è sempre Camden e le sue stranezze non lo smentiscono. Meno punk e forse più commerciale, tuttavia una istituzione dove è sempre un piacere passeggiare, non fosse che per il canale dove in estate ci si riversa per un Cider o una birra aspettando il calar del sole o per interrogarsi sul CHI possa comprare abiti al Ciber Dog, e magari uscire proprio da qui con occhiali da sole al Led.

Covent Garden Market

Associare l’idea di mercato a bancarelle disordinare, sporcizia e casino non è bene, e Covent Garden ce lo ricorda. Capolavoro architettonico o chiamiamolo mercato ma è un angolo elegante e sobrio nel cuore del centro della città. E se non si viene qui per fare compere… gli artisti di strada che animano questa splendida piazza motivano a sufficienza per considerarlo nel proprio itinerario.

di GiuliasaurusRex