Il parco dei mostri, Bomarzo

Spesso volgiamo lo sguardo verso mete lontane ed esotiche alla ricerca di nuovi posti da esplorare ed emozioni da provare senza nemmeno conoscere il territorio a noi più vicino.
Se c’è una cosa che amo fare è proprio prendere la macchina e andare alla scoperta di paesini e luoghi meno conosciuti nei dintorni della mia città: Roma.
Certo in questo caso il posto di cui sto per parlarvi non è poi così sconosciuto, ma ho notato che in molti non lo conoscono e ne vale senza dubbio una visita.
il Parco di Bomarzo, chiamato anche Parco dei Mostri o Sacro Bosco per via dei monumenti che presenta, si trova nella provincia di Viterbo, a pochi passi da Roma.
È un complesso monumentale che si trova alle pendici di un anfiteatro naturale.
Fu progettato dall’architetto e antiquario Pirro Ligorio su commissione di Pier Francesco Orsini nel XVI secolo, e con le sue grandi figure mitologiche voleva in qualche modo rappresentare il “grottesco“.

Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti

Entrando nel parco vi sentirete subito pervasi da quella particolare “magia” che lo caratterizza; vi muoverete lungo i sentieri del grande bosco scoprendo di tanto in tanto un Nettuno sull’alto di una vasca, una lotta tra Draghi, un Orco, Ercole, le Sirene e tante altre figure interessanti.
Una nota di merito per la sua particolarità la ha senza dubbio la casa inclinata. Entrare in quella casa fa un effetto stranissimo! Vi ritroverete a camminare su un pavimento inclinato e ad osservare il parco da un’altra pendenza 🙂

Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti

Diverse anche le iscrizioni che si possono trovare sulle strutture architettoniche, forse a rappresentare le tappe di un percorso alchemico; e moltissimi i simboli che ancora storici e filologici studiano tentando di dargli un significato.
Insomma se amate la natura ma allo stesso tempo la magia e la particolarità di luoghi colmi di simboli ed enigmi, dovete necessariamente fare un salto in questo meraviglioso bosco.
Il periodo più bello è sicuramente in primavera quando si può godere meglio del caldo sole, ma il parco è comunque aperto tutto l’anno.

Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti
Foto di Simona Forti

di nhaima