Tuttomondo di Keith Haring a Pisa: la mostra a Palazzo Blu e il murales

A 12 anni dalla morte dell’artista pop americano Keith Haring la città di Pisa, in collaborazione con la Fondazione Keith Haring Studio di New York, gli rende omaggio con la mostra temporanea “TUTTOMONDO. Keith Haring a Pisa: una mostra, una piazza, il restauro” allestita presso il museo di Palazzo Blu, sui lungarni pisani. La mostra, che prende nome dal celebre murales realizzato da Haring proprio a Pisa, verrà inaugurata il 29 settembre e resterà aperta al pubblico fino all’11 novembre 2012.

Per oltre un mese il Palazzo Blu di Pisa, sede ogni anno di mostre provvisorie dedicate a grandi artisti e pittori, ospiterà sei opere originali realizzate dal Haring tra il 1987 e il 1989 per il Pop shop, la sua galleria-negozio newyorkese. Inoltre verranno proiettati video ed immagini che ripropongono la realizzazione del Tuttomondo, avvenuta nel 1989.

La mostra “TUTTOMONDO. Keith Haring a Pisa: una mostra, una piazza, il restauro” è a ingresso gratuito con orari di visita dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 19.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00.

Come anticipato sopra, a Pisa si trova una delle ultime opere realizzate da Keith Haring prima della sua morte nel 1990: il murales Tuttomondo, l’unica opera pubblica a cielo aperto in Italia ad essere tutt’oggi perfettamente conservata e ultimamente restaurata, nel 2011.

Realizzata nel 1989 dall’artista statunitense assieme ad uno studente pisano del liceo artistico, e con la partecipazione attiva di tutti i cittadini pisani, questa grande opera si trova su una delle pareti esterne della chiesa di Sant’Antonio, in Piazza Vittorio Emanuele e a poche decine di metri dalla Stazione Centrale di Pisa. Il murales rappresenta la pace universale ed è composto da ben 30 figure colorate che si intrecciano, che si fondono e che si scambiano energia a vicenda. Questa è la rappresentazione dell’armonia e del messaggio universale al mondo secondo Haring.

di Francesca