Professione travel blogger: 2 è meglio di 1!

Nell’immaginario collettivo, il travel blogger è un viaggiatore solitario che se ne va in giro per il mondo con lo zaino in spalla e alla sera compila il suo diario. Tutto questo avrebbe richiami da beat generation se non fosse che il diario non è una Moleskina ma un tablet e che, anche se apparentemente solitario, il travel blogger è costantemente in buona compagnia delle centinaia, a volte migliaia, di amici, fan, follower, iscritti, sottoscrittori… una folla di gente che segue le sue orme.
Capita però che la compagnia non sia solo virtuale e che chi viaggia per raccontarla (la mia solita parafrasi di Marquez che mi ero già giocata) scelga di farlo in famiglia, come le mamme blogger di cui ho parlato qui, o in coppia. Ecco, questi ultimi sono quelli di cui voglio parlare oggi, presentando 5 bei travel blog curati in tandem che vi consiglio di seguire.

100 days

Ho conosciuto Kinzica circa un anno fa, durante un blog trip in Trentino. Una delle prime domande che le ho fatto riguardava proprio il suo blog, perché “100 days”? E così mi ha raccontato di come l’inzio della sua storia con Alessandro sia stato anche l’inizio di un viaggio durato 100 giorni, l’inizio di un racconto diventato un blog seguitissimo e l’inizio di una vita votata alla condivisione delle loro passioni. Very inspiring.

Life in Travel

Anche per Leo e Vero tutto inizia da un viaggio, un anno trascorso in Australia. Le passioni che condividono hanno un comune denominatore: la natura unita allo sport, in particolare alla mountain bike. Il loro è un blog adrenalinico che parla di montagna, bicicletta, fotografia, viaggi in terre lontane e ritorni in Trentino, dove vivono. Sono iperattivi anche sui social, qui potete seguire lei, qui lui.

Non solo turisti

Se da bambina con la tua famiglia te ne vai in giro per il sud est asiatico a dorso d’elefante, assaggi cucine esotiche e fai immersioni nei mari più belli del pianeta, il tuo destino è scritto: l’uomo della tua vita sarà un inguaribile vagabondo, insieme girerete il mondo e aprirete un travel blog che diventerà il vostro lavoro.
È la storia di Felicity e Marco, lei inglese lui italiano. Hanno iniziato con un viaggio di 12 mesi, poi non si sono più fermati. Il loro blog ha avuto un successo così grande che ora c’è un’intera redazione che contribuisce ai contenuti, composta da altri travel blogger che con Marco e Felicity hanno in comune quel “prurito nelle scarpe”. Ci tengono alle definizioni: sono Viaggiatori, Non Solo Turisti.

Viaggiatori low cost

Nicola e Rossella amano viaggiare e hanno tanti consigli per farlo low-cost. Si definiscono due viaggiatori folli, vanno alla ricerca di scoperte off the beaten track e non gli passerebbe mai per la mente di cercare una pizzeria italiana a Budapest. Il loro blog è ricco di contenuti utili, dalle guide di viaggio ai tutorial e alle recensioni. Ci sono inoltre due spazi interamente dedicati agli utenti, il Forum e i Diari di Viaggio, dove i loro lettori possono raccontare a loro volta le loro esperienze.

Infoturismiamoci

Il percorso di Roberta e Raffaele è in un certo senso inverso: loro partono dall’amore per la loro terra, la Puglia, e dalla voglia di raccontarla, per questo nasce il loro blog. Racconta che ti racconto, viaggio dopo viaggio, Infoturismiamoci diventa poi un travel blog a tutti gli effetti, con tanti contenuti dedicati alla Puglia ma anche con sezioni dedicate a viaggi in Italia, in Europa e nel mondo. Mi piace molto la loro sezione Eco-viaggi, con consigli sui viaggi eco-sostenibili e le buone pratiche. Molto carina la loro idea di convertire in brevi video i soliti consigli sulle “10 cose da fare a… “.

Ecco, questi sono i miei consigli sui travel blog scritti in tandem da seguire. Come sempre, se ne avete altri lo spazio qui sotto è tutto vostro 🙂

di Marzia Keller