San Valentino LGBTQI 2015: tutti i locali dove festeggiarlo

San Valentino si avvicina e diciamocelo chiaramente, trovare un posto che esca un po’ dai canoni standard di cuoricini e cioccolatini è un po’ difficile, così abbiamo trovato una mappa (Fonte Ansa.it) di posti che ripudiano la banalità ma non cadono nel clichè feste/discoteca/trasgressione etc.

Firenze: la storica enoteca Fuoriporta (fuoriporta.it), dietro al ponte di San Niccolò. Un piccolo locale dove bere un bicchiere selezionato tra l’ottima offerta della cantina, per l’aperitivo o la cena. Informale, è frequentato da una clientela affezionata e storica.
CArini sono anche i locali di Piazza Santo Spirito: caldi e accoglienti, frequentati da fiorentini.
Le Murate, ex carcere femminile ristrutturato, grande stile e atmosfera romantica
Rari che affaccia sull’Arno: cucina vegetariana o mediterranea rivisitata, un arredo radical frequentato da persone anticonformiste.

Roma, imperdibile una cena al Lanificio: antiquariato accostato a design ultramoderno
Said: ex fabbrica di cioccolato ristrutturata dove gli antichi strumenti di lavoro coabitano con divani decò, vetrate, grandi fotografie in bianco e nero, con infine una cantina a vista e un delizioso negozio di cioccolate di tutti i tipi dove assaggiare bellissime e buonissime torte fatte in casa.

Cosenza, tutti i locali intorno alla zona di Santa Teresa meritano di essere inseriti in questa mappa.
Galliano, classico stile newyorkese;
Cantiere 31, un wine bar con enormi foto in bianco e nero di cantieri;
Primadì, vero e proprio ritrovo di artisti.

Livorno: La Bodeguita, locale curato sia nella programmazione artistica che nell’arredamento, e frequentato da musicisti, artisti e cacciatori di tendenze;
La Bua dell’Orate, molto suggestivo per via della posizione, in mezzo alle barche ormeggiate.

Napoli: Caffè Intra Moenia di piazza Bellini atmosfera cosmopolita frequentato da scrittori e bohémien;
Piano B (o U’ Turn) dalle parti di San Domenico Maggiore, con musica dal vivo.

Pastisse e Le tre galline sono i locali storici della zona del Quadrilatero di Torino , pieni di arte e artisti, esposizioni, idee, estri e personaggi, Milano è come sempre al top in quanto a tendenze: da non mancare Indaco, lunge e bistrot con un dj set ogni volta affidato a artisti del sound di livello, e Blanco, un style-bar completamente bianco e decisamente cool, anche qui con una selezione musicale curatissima e coi migliori dj del nord Italia.
Entrabi frequentati da chi ama divertirsi senza dare troppa importanza a clichè e definizioni.

di Alessia Mariani