Street food in Italia: quali sono le migliori ricette

Articolo scritto da Agnese del blog Viaggi zaino in spalla

Sarà colpa delle tendenze televisive, sarà che la vita di tutti i giorni è così frenetica che non abbiamo più tempo per sederci al ristorante, che alla fine il cibo di strada, lo spuntino veloce, hanno assunto un’importanza notevole anche in Italia e oggi ormai, anche qui nello stivale, si parla di un genere di ristorazione chiamato Street Food.

La cucina mediterranea è così varia e ricca che anche lo street food italiano va oltre semplici panini o spuntini scarsi e poco elaborati, anzi, ormai molte ricette dello street food conosciute anche a livello internazionale sono considerate parte della tradizione italiana del food.

Di che ricette parlo?
Pensateci bene, ormai siamo cosi abituati da non pensare alla loro particolarità, ma il mondo intera le apprezza.

1- Pizza

pizza
Pizza

Eh sì, ecco la regina dello street food. Ormai ne esistono declinazioni particolari in ogni nazione, ma possiamo orgogliosamente vantarne la paternità.

Ricetta semplice e contemporaneamente tanto difficile da preparare di qualità è un piatto povero, ma apprezzato anche per rinfreschi di classe.

L’impasto sembra semplice, ma la qualità degli ingredienti può fare la differenza. Sono molti ad esempio gli esperimenti con diversi tipi di farine mescolati spesso anche tra loro per arrivare alla miscela più adeguata.

Il lievito anche è un elemento importante che può fare la differenza, non molte pizzerie ormai utilizzano lievito madre preferendo l’artificiale che però, se non fatto lievitare per adeguato tempo, può risultare difficile da digerire.

Fortunatamente in giro per l’Italia ci sono tantissime pizzerie che prediligono ancora la qualità non puntando solo alla quantità di prodotto venduto, molte puntano a prodotti km 0, a prodotti di agricoltura biologica o a lunghissimi tempi di lievitazione.

Uno spuntino tipico a base di pizza è sicuramente il trancio di pizza bianca farcito con mortadella. Spuntino molto apprezzato nel centro Italia.

2- Suppli e arancini

suppli
Suppli e arancini

Anche qui andiamo su una specialità del centro Italia di frequente associato alla pizza, ma comunque apprezzato anche singolarmente per uno spuntino veloce.

La difficoltà di questo piatto?

Sicuramente la cottura del riso: un riso troppo cotto, e successivamente fritto (come vuole la preparazione del supplì), può portare a esemplari poco gratificanti di supplì.

In molti tendono a confondere il supplì con l’arancino. E qui dovrebbe essere possibile tradurre un urlo in lettere scatenando lo stesso senso di orrore.

Il supplì, tipico del centro Italia, prevede del sugo di carne (in genere con funghi, ma spesso non vengono messi) con il quale viene condito il riso con il quale si formano delle palline che vengono passate nell’uovo e nel pangrattato per poi essere fritte.

Gli arancini sono invece una ricetta tipica della Sicilia e, anche se ormai ne esistono numerose varianti, prevede un ragù di carne di maiale e piselli oppure prosciutto e mozzarella per ripieno.

3- Arrosticini

SONY DSC
Arrosticini

A pensarli non sono molto del cibo da strada eppure questo piatto tipicamente abruzzese ormai è presente in ogni sagra o festa nei mercati e nelle piazze.

4- Panino con la porchetta

 

Decisamente non si tratta di un panino particolarmente leggero e adatto a diete, e, se proprio vogliamo dirla tutta, più adatto al pranzo che alla cena. A Roma lo si trova spesso nei mercati oppure dai “Paninari” di strada e, nonostante sembri qualcosa di estremamente rustico, me lo sono trovato avanti anche a rinfreschi di matrimonio!

Cosa può fare la differenza in una ricetta del genere? Non c’è dubbio, la qualità dei due prodotti che la compongono: la freschezza del pane e la qualità di preparazione della porchetta.

5- Piadina

8844627400_c8bcc34d12_o
Piadina Romagnola

Non c’è dubbio che, a cercare di contrastare lo strapotere della pizza, si ponga una ricetta come quella della piadina romagnola.

Molto più leggera di panini da bar, la piadina è spesso apprezzatissima per pause pranzo o semplicemente per tapparsi lo stomaco senza appesantirsi.

Questo non significa si tratti di una ricetta semplice e spartana, perché ormai ne esistono versioni più che ricche e ultra-farcite che prevedono farciture di prosciutto, mortadella, salame, lardo o ancora con squacquerone e rucola, con insalata di radicchio e cipolla fresca oppure con pomodori e melanzane o con la verza nel periodo invernale e via dicendo.

6- Grattachecca

grattachecca_387
Grattachecca

La Grattachecca è sicuramente uno dei dolci da assaggiare mentre si gira per le strade di Roma. Non vi mancherà neanche di vedere qualche carretto in giro per le spiagge del litorale romano.

La Grattachecca è una semplice granita che però viene preparata in modo particolare. Da un enorme blocco di ghiaccio viene grattato un bicchiere di ghiaccio praticamente in polvere e sul quale viene spruzzato dello sciroppo alla frutta.

7- Maritozzo

maritozzo
Maritozzo

Per completare l’angolo dolci non posso non citare il maritozzo, meglio se farcito con panna fresca.

Se penso al maritozzo con la panna penso, non tanto alla colazione del mattino durante la settimana, ma a una colazione della domenica mattina, magari con l’aria e il sole primaverile.

di Redazione