Il Lago di Garda che non ti aspetti: viaggio a Tremosine

“Vacanza” deriva dal verbo latino Vacare, che significa essere vuoto. Per questo non uso mai la parola “vacanza”: per me non c’è nessun piacere nel “vuoto”, l’ozio inteso come far niente non mi aiuta a liberare la mente. La mia mente si libera davvero quando vaga (non vacua), quando esce dal quotidiano, quando conosce, quando impara, quando è raggiunta dal bello e dal buono attraverso i sensi, quando è colpita dalla straordinarietà della natura o di un paesaggio. Quando torno da un viaggio con queste sensazioni, quello è stato un bel viaggio.

Il viaggio a Tremosine sul Garda è stato un bel viaggio, uno di quelli che mentre sali sul treno del ritorno ti fanno dire “Tornerò”.
Tremosine, uno dei Borghi più belli d’Italia, ha ben 18 anime, ognuna con un nome, un soprannome ed un carattere peculiare: è infatti un comune diffuso, composto di 18 frazioni su una superficie di 72 km², abitato da poco più di 2000 persone. 18 anime ma uno spirito del luogo unico e peculiare, quello di un territorio intatto, quasi inarrivabile e una popolazione praticamente isolata fino a quando la Strada della Forra prima (1913) e la Gardesana poi (1931) non hanno permesso i collegamenti via terra. A Tremosine ognuno può trovare ciò che cerca: paesaggi da contemplare, natura da esplorare, storia da scoprire, sapori da gustare e anche adrenalina da farsi scorrere nelle vene.

Lago di Garda
Lago di Garda

Paesaggi da contemplare: La Strada della Forra e la Terrazza del Brivido

Sulla Strada della Forra più che mai vale il detto “Non è importante la meta, ma il viaggio” perché la Forra è diventata essa stessa una meta per la sua incredibile bellezza e per i suoi tornanti che dalla vista aperta del lago ti inghiottono nel ventre della montagna. Churchill l’ha definita l’ottava meraviglia del mondo, e non è che questo signore ne avesse visto poco, di mondo. La Strada della Forra è stata letteralmente scavata nella montagna dai tremosinesi che prima di allora potevano spostarsi solo via lago o percorrendo a piedi sentieri e mulattiere.

Pieve (Tremosine)
Pieve (Tremosine)

Pieve è il capoluogo di Tremosine e guarda il lago dall’orlo dell’altopiano. All’estremità della roccia, proprio sopra lo strapiombo, si sporge la Terrazza del Brivido. Quando ti accosti alla ringhiera e guardi giù, capisci che non si fa per dire, il brivido lo senti davvero, risale lungo la spina dorsale vertebra per vertebra. Nel primo istante è una vertigine, hai più di 350 metri di strapiombo sotto i piedi, ma un attimo dopo diventa un brivido di piacere quando alzi gli occhi e davanti hai il blu del lago, il verde del Monte Baldo e ancora più su, prima dell’azzurro del cielo, il bianco della sua cima ancora innevata.

Terrazza dl Brivido a Pieve
Terrazza dl Brivido a Pieve

Natura da esplorare: il trekking, la mountain bike e le passeggiate a cavallo

Trekking a Tremosine
Trekking a Tremosine

Prima che fosse aperta la Strada della Forra, a Tremosine ci si spostava grazie ai sentieri che attraversavano l’altopiano, s’inerpicavano per la montagna e scendevano verso il lago per raggiungere il cotonificio di Campione. Oggi il cotonificio è chiuso e la Forra e la Gardesana permettono spostamenti più agevoli e veloci, ma quei vecchi sentieri esistono ancora e possono essere percorsi a piedi, in montain bike o a cavallo. Siamo nel Parco Alto Garda Bresciano, la natura è ricca e varia, tutta da esplorare e da respirare a pieni polmoni.

Passeggiate a cavallo
Passeggiate a cavallo

Storia da scoprire: i percorsi della Grande Guerra

Passo Nota, nella Valle di Bondo a 9 km da Vesio, conserva la memoria drammatica della I Guerra Mondiale, l’ultima guerra di trincea che ha portato tanti soldati su queste montagne. Il paesaggio è così incantevole che è difficile immaginare che questi prati, che oggi sono percorsi a piedi da turisti con le bacchette da Nordic Walking, siano stati un tempo teatro di guerra. Dopo una bella camminata, niente di meglio che fermarsi al Rifugio dgli Alpini, dove è possibile riposare le gambe e trovare materiale sulla storia di questi luoghi.

Nordic Walking a Passo Nota
Nordic Walking a Passo Nota
Trekking sui sentieri della Grande Guerra - Passo Nota
Trekking sui sentieri della Grande Guerra – Passo Nota

Sapori da gustare: l’enogastronomia di Tremosine sul Garda

Italia che vai, eccellenze gastronomiche che trovi. Tremosine non fa eccezione, tra formaggi (in particolare la Formagella di Tremosine, prodotta dalla Cooperativa Alpe del Garda insieme ad altri prodotti caseari eccellenti), tartufo, salumi, miele e olio. Olio? Quassù? Ebbene sì: l’incontro tra lago e montagne crea un clima particolarmente mite e permette all’ulivo di crescere a questa latitudine, la più a nord del mondo dove si produca olio d’oliva.

Formaggi di Alpe del Garda
Formaggi di Alpe del Garda
Tartufo di Tremosine sul Garda
Tartufo di Tremosine sul Garda
Capù
Capù

Al caseificio Alpe del Garda noi abbiamo gustato un pranzo indimenticabile a basi di formaggi e salumi “a metro 0”, all’Agriturismo Nai abbiamo assaggiato il buonissimo e fresco sciroppo di sambuco e assistito alla preparazione del capù, al Rifugio Passo Nota abbiamo gustato il più tipico dei piatti locali, lo spiedo di carne cotto lentamente sulla brace e al Ristorante La Forra abbiamo mangiato il pesce di lago. En plein!

Sciroppo di Sambico - Agriturismo Nai
Sciroppo di Sambico – Agriturismo Nai
Agriturismo Nai
Agriturismo Nai

Adrenalina: kitesurf, windsurf, canyoning e vela

Gli amanti dello sport e dell’avventura a Campione trovano pane per i loro denti: vela, kitesurf, windsurf, canyoning sono le attività che si possono fare sulle acque del Lago di Garda. Preferite gli sport sulla terra ferma? Tremosine ha il più alto numero di campi da tennis per numero di abitanti di tutta Italia.

Vela sul Lago di Garda
Vela sul Lago di Garda
Campione sul Garda
Campione sul Garda

Il quinto elemento

I quattro elementi della natura a Tremosine lavorano meravigliosamente bene insieme, ma ciò che crea l’alchimia perfetta è il Quinto Elemento, i Tremosinesi. L’amore per il loro territorio unito ad un’ospitalità che a me è sembrata innata e naturale, senza sforzo e senza affettazione, è ciò che davvero, salendo in treno, mi ha fatto dire “Tornerò”.

Agriturismo Nai
Agriturismo Nai

Informazioni utili

Come arrivare

Dove dormire

Durante il blogtour #Tremosinewhatelse siamo stati ospitati all’Hotel Pineta Campi. Le strutture ricettive di tutte le tipologie a Tremosine sono consultabili sul sito della Pro Loco.

Dove mangiare

La Cooperativa Alpe del Garda, l’Agriturismo Nai e il Ristorante La Forra che ho citato sopra valgono una tappa e un pasto, sia per la qualità della ristorazione che per la bellezza delle location. L’elenco completo dei ristoranti e delle pizzerie di Tremosine è a questo link.

di Marzia Keller