Viaggi d'autunno: Chicago, la città del vento

Chicago è famosa come “Windy City“, la città del vento, ma anche come “Second City“, la seconda città degli Stati Uniti dopo New York (anche se, tecnicamente, per dimensioni il secondo posto spetta a Los Angeles).
Sul fatto che Chicago sia una città ventosa c’è poco da obiettare, il dato è oggettivo e incontrovertibile. Sul fatto che Chicago sia seconda ad altre metropoli, invece, c’è molto da discutere: la capitale dell’Illinois ha uno skyline mozzafiato che non ha nulla da invidiare a quello della Grande Mela, il Lago Michigan non ha niente di meno della vista dell’Oceano, il Chicago River serpeggia tra i grattacieli e sotto i ponti creando meravigliosi giochi di riflessi.

Chicago è una città ricca di tutto: storia, arte, architettura, musica, personaggi leggendari… è difficile decidere da dove cominciare, è impossibile contenere tutto in un solo racconto.
Comincio quindi da ciò che si può fare a Chicago in questa stagione, prendete carta e penna!

Su e ancora più su: la Willis Tower

Salire sulla Willis Tower (che fino al 2009 si chiamava Sears Tower) è senz’altro la prima cosa da fare a Chicago, per averne subito una visione ampia e complessiva… e per capire cosa intendo quando dico che questa metropoli non è seconda a nessuno.

La Willis Tower è stato il grattacielo più alto del mondo fin quando le malesiane Petronas Towers le hanno strappato il primato. Mantiene ancora quello, però, di grattacielo più alto degli Stati Uniti. Non ha in cima una terrazza all’aperto come l’Empire State Building di New york: vale la pena salire fino in cima anche se è novembre e il vento soffia veloce e gelido, basta che il cielo sia pulito per avere una vista meravigliosa sui grattacieli di Chicago e sul Lago Michigan. Se è particolarmente pulito (e se avete buoni occhi) potreste arrivare a vedere l’Indiana, il Michigan e il Winsconsin. Io sono stata piuttosto fortunata, come potete vedere dalle foto: la giornata era estremamente limpida e la vista era splendida.

Come arrivare: con la metro, linee marrone, arancione o viola per Quincy

Willis Tower (a sinistra)
Willis Tower (a sinistra)
Skyline di Chicago dalla Willis Tower
Skyline di Chicago dalla Willis Tower

The "L": un giro in metro lungo il Loop

Salire in metro… e non scendere. La metropolitana di Chicago è sopraelevata e offre una vista particolare sulla città. I treni percorrono un anello – il Loop – che abbraccia downtown Chicago. La Chicago Architecture Foundation organizza tour guidati davvero interessanti, per una prospettiva del tutto insolita sull’architettura di Chicago.

Downtown Chicago
Downtown Chicago
"L" train
"L" train

Pizzeria Uno: il tempio della pizza a Chicago

Chiariamoci subito: un italiano che sceglie di mangiare la pizza “Chicago-style” lo fa per cultura, per conoscenza, non per mangiare la pizza più buona della sua vita. Non attaccate con la solita storia della cucina italiana, di quant’è buona la nostra pizza e di quanto vi manca il ragù di mamma… non è questa l’attitudine di un viaggiatore. Affrontate la pizza Chicago-style con coraggio e dignità (e assicuratevi di avere un Diger-Selz in borsa). Dunque: la pizza di Chicago è piccola, così piccola che ci resti male, ma quando quella piccola pizza è dentro di te ti sembra di aver mangiato Saturno con tutto l’anello. La pasta è alta, il condimento è pesante, il reflusso gastro-esofageo è assicurato eppure farete un’ora di fila pur di averlo, pur di entrare nella leggendaria Pizzeria Uno, dove Ike Sewell nel 1943 inventò questa pizza nucleare, con un etto ci sfami una famiglia.

Come arrivare: con la metro, linea rossa per Grand

Al Green Mill per un drink a suon di jazz

Non puoi dire di essere davvero stato a Chicago se non hai passato una serata tra le luci e le ombre del Green Mill. È il locale jazz più famoso della città, quello con più storia: Al Capone era un habitué negli anni del Proibizionismo, qui per 10 dollari si potevano consumare alcolici di contrabbando.
Oggi è un cocktail lounge che vanta uno dei migliori carnet di eventi jazz di Chicago.

Come arrivare: con la metro, linea marrone per Lawrence

Green Mill
Green Mill

Pattinare sul ghiaccio a Millennium Park

Ebbene sì, già a partire da novembre, nel bellissimo Millennium Park, è possibile pattinare sul ghiaccio. L’ingresso è libero al McCormick-Tribune Ice Rink, mentre il nolo dei pattini costa tra i 5 e i 7 dollari. Ovviamente, approfittate anche per fare una passeggiata nel parco e arrivate fino a quell’enorme fagiolo…di cui non vi dico niente, perchè fa parte dell’itinerario primaverile di cui vi parlerò più in là 😉

Fare shopping lungo Magnificent Mile

Nel mio prossimo articolo sulle più belle vie dello shopping del mondo, Magnificent Mile sarà in cima alla lista: Gucci, Neiman Marcus, Lord & Taylor, Brooks Brothers ed Hermes sono solo alcune delle firme che si trovano lungo questa meravigliosa strada. Quando fa freddo, lo shopping è un’ottima opzione (quando mai non lo è!) soprattutto perchè Chicago può essere girata al coperto attraverso il Pedway, un sistema di passaggi sotterranei che collega la città con uscite direttamente dentro il City Hall o Macy’s.

Dove dormire a Chicago

Il trasporto pubblico a Chicago è molto efficiente, ovunque decidiate di stare sarete ben collegati con qualsiasi punto della città. Io per comodità ho scelto di stare su Michigan Avenue (Gold Coast), dove sono situati molti hotel di grandi catene internazionali come Park Hyatt e Hilton. Si trovano ottime offerte sia su Venere che su Booking.

Goald Coast Chicago
Goald Coast Chicago

Come arrivare a Chicago

Chicago è servita da O’Hare International Airport, dove volano tutte le maggiori compagnie del mondo.
Se siete già in viaggio on the road negli Stati Uniti, ovviamente non potete che entrare a Chicago dalla mitica Route 66, sia che abbiate un’ auto che scegliate di viaggiare in bus.
Il treno è un’alternativa che escluderei, negli Stati Uniti il trasporto ferroviario non ha prezzi competitivi rispetto a quello aereo.

Allora, siete pronti a partire?

Chicago River
Chicago River

Photo Marzia Keller

di Marzia Keller