Viaggio a Marrakech: appunti da un tramonto nella Medina

Appena apro la valigia, l’odore pungente e penetrante del cumino mi riporta nel cuore della Medina, dove ieri ho comprato spezie e olio di Argan da Racine. Racine ha imparato l’italiano senza muoversi dal suo vicolo e per vendere le spezie mette in scena il suo piccolo show personale: mostra, fa annusare, interroga, racconta.

Spezie a Marrakech
Spezie a Marrakech

Sono a Marrakech da 48 ore e ho già sentito decine di odori che non avevo mai sentito prima, ho visto sfumature di colori che non sapevo esistessero. Marrakech è una città che inebria i sensi, che ti entra dentro insieme all’aria che respiri e che sa di tè alla menta, di pelli conciate, di gelsomino, di carne grigliata, di sudore, di fiori d’arancio.

Museo di Marrakech
Museo di Marrakech

I vicoli stretti della città vecchia sono un crogiolo di popoli: arabi, berberi, europei, ebrei. Mi dice Abdul, che ci guida nell’intrigo impossibile della kasbah, che il Marocco è il paese più democratico del mondo: tutte le minoranze sono rispettate e rappresentate politicamente, tutte le religioni sono tollerate. Il sindaco di Marrakech è una donna.

Abdul
Abdul

A Djemaa El-Fna, la smisurata piazza centrale un tempo luogo di esecuzioni, sembra che sia sempre Capodanno: ogni sera dalle 19 qui va in scena il “teatro di piazza”, con incantatori di serpenti, musicisti, donne e uomini che narrano storie a folle silenziose e incantate; si accendono luci e fuochi, si cuociono i tajine, ci si mescola all’umanità varia, colorata e rumorosa che anima Djemaa.

Moschea Koutoubia
Moschea Koutoubia

Questa è solo un’anticipazione “live” che scrivo mentre suona il Muezzin, che dalla Moschea Koutoubia chiama i fedeli alla preghiera. Nel prossimo post racconterò cosa fare, dove mangiare, dove dormire e come muoversi a Marrakech… Per oggi, voglio condividere qualche suggestione in foto da questa città intensa, un po’ folle, piena di vita.

Scuola coranica, Marrakech
Scuola coranica, Marrakech
Mercato Berbero
Mercato Berbero
Marrakech
Marrakech
Marrakech
Marrakech
Abdul nella Medina
Abdul nella Medina
Jardin Majorelle
Jardin Majorelle

di Marzia Keller