Viaggio in Cambogia: 10 cose che devi vedere

Un viaggio in Cambogia porta con sé bellezze naturali, culturali ma anche storia, gloriosa da un lato come drammatica ed attuale dall’altro, con cui è inevitabile fare i conti.

Piccola e deliziosa meta di viaggio, al confine con la Thailandia, Vietnam e Laos, la Cambogia grazie alla posizione strategica e di confine può facilmente divenire una piacevole estensione di tragitto per chi sta già visitando luoghi limitrofi.

Un viaggio complesso e variegato che regala una visione a 360 gradi di un Paese martoriato ma che ha saputo rialzarsi diventando oggi, non a titolo immeritato, una delle perle d’Asia.

Scopriamo insieme una lista di cose da fare e da vedere per cogliere appieno la variegata offerta della Cambogia e magari cominciare a pensarla come destinazione alternativa al tuo viaggio nel Sud Est Asiatico .

Io ad Angkor
Io ad Angkor

1 – Angkor Wat ed i templi principali

Il complesso fu costruito in onore del dio Vishnu, la costruzione iniziata nell’879 a.C fu terminata nel 1191, e rimase nascosta fino al 1860, anno in cui il francese Henri Mahout la scoprì.

Il complesso centrale dispone di una torre centrale di 66 metri circondata da altre 4 torri più piccole, la parte esterna del complesso principale vanta il bassorilievo più lungo del mondo (800mt).

La Cambogia viene sempre identificata con Angkor, che compare anche nella bandiera, quindi non è un errore nè un azzardo farlo, ed è proprio questo sito che rende il piccolo Paese famoso in tutto il mondo.
In particolare ogni mattina prima dell’alba centinaia di turisti si affollano per veder sorgere il sole che, effettivamente, rende l’ingresso nel grandissimo sito storico, mistico e magico.

Alba ad Angkor
Alba ad Angkor

Costi di ingresso ad Angkor Wat

  • Un giorno – $20
  • Tre giorni (non consecutivi) – $40
  • Una settimana – $60

Tempio Ta Prohm

Questo è probabilmente il secondo tempio più famoso di Angkor dopo Angkor Wat. Il Ta Prohm è infatti ben conosciuto per le radici e rami che hanno preso possesso delle sue pareti che rendono un effetto pittoresco ma soprattutto perchè è stato location del film Tomb Raider.

Ta Prohm
Ta Prohm

Tempio Bayon

Questo è uno dei templi più caratteristici di Angkor, è caratterizzato da una serie di volti di pietra che guardano serenamente in tutte e quattro le direzioni.

Anche questo tempio vanta degli splendidi bassorilievi minuziosamente dettagliati e di attenta precisione.

Angkor
Angkor

2 – I delfini argentati di Kratie

Diversi tour operator organizzano gite in barca la mattina presto per osservare queste creature pacifiche e dal muso molto particolare nel loro habitat naturale.
Sebbene io li abbia visti da molto lontano il tour è valsa la pena, non fosse per gli interessanti villaggi attraversati in tuk tuk e gli scorci di vita locale.

Delfini Kratie
Delfini Kratie

3 – Le spiagge ed il pesce fresco a Kampot e Kep

In particolare la tratta intorno Kampot e Kep è eccellente per granchi freschi, i ristoranti sulla spiaggia dorata a pochi metri di distanza da acque azzurre e pulite.

Kep
Kep
Pesce Cambogia
Pesce Cambogia

4 – Villaggi nei dintorni di Kampot

Destinazione ideale per chi ha tempo e non va di fretta, questa area circostante racconta un lato del Paese tante volte sconosciuto o che, per questioni di tempo, viene spesso tralasciato.

5 – Museo Nazionale a Phnom Penh

Il Museo Nazionale (www.cambodiamuseum.info) è il più importante museo archeologico e storico del Paese, è qui che si trova una delle più complete collezioni al mondo di arte Khmer, tra cui bronzi, sculture e ceramiche. La struttura è stata costruita dai francesi nel 1917.
Costo d’ingresso: $5

Cambodian Museum
Cambodian Museum

6 – I Killing Fields a Phnom Penh

I killing fields si trovano a circa 15 km dal centro di Phnom Penh e l’ingresso costa $3 (inclusa l’audioguida).

Campi d'uccisione (Killing Fields)
Campi d'uccisione (Killing Fields)

7 – Reggia di Phnom Penh

La Pagoda d’argento adiacente il palazzo, poi, ospita una serie di preziose statue di Buddha.

Costo d’ingresso alla Reggia: $6,50 per persona

Reggia di Phom Phen
Reggia di Phom Phen

8 – Navigazione da Phom Penh a Siem Reap

Villaggi galleggianti
Villaggi galleggianti

9 – Museo Tuol Sleng

Il Tuol Sleng oggi è un museo in ricordo del genocidio dei Khmer Rossi dove al visitatore non vengono risparmiati strumenti di tortura in esibizione e racconti drammatici. Una esperienza emotivamente agghiacciante ma una lezione da tenere sempre in mente e da non dimenticare quando si viaggia questo splendido Paese.

10 – Corso di cucina Khmer

La cucina Cambogiana, che si differenzia di molto da quella thailandese e da quella Vietnamita, negli ultimi anni ha cominciato a farsi conoscere per la prelibatezza e il gusto non scontato dei suoi piatti.

Un corso di cucina Khmer porta non solo gioie al palato ma immerge totalmente in una tradizione culinaria di tutto rispetto.

Il corso include una visita al mercato locale per fare la spesa e poi la preparazione di 3 o 4 piatti tipici da poter poi mangiare una volta conclusa la lezione.
Il menù verrà definito prima di andare al mercato per essere sicuri di comprare tutto il necessario.

Corso di cucina Khmer
Corso di cucina Khmer

Tra i piatti più noti Khmer ricordo il Bai sach chrouk (maiale con riso), Fish Amok (mousse di pesce), Khmer red curry (curry rosso Khmer), Nom banh chok (noodles Khmer), Kdam chaa (granchio fritto), Ang dtray-meuk (calamari grigliati).

Conclusioni

Piccolo angolo paradisiaco!

di GiuliasaurusRex