Viaggio in Giappone per la fioritura dei ciliegi

Articolo scritto da Agnese del blog Viaggi zaino in spalla.

Ogni primavera in Giappone si celebra una stupenda tradizione: l’Hanami. Parlo della spettacolare fioritura dei ciliegi e dell’enorme folla, soprattutto di giapponesi, che si raccoglie per ammirarla. In effetti Hanami significa proprio questo: ammirare i fiori.

Secondo una antica credenza i fiori di ciliegio erano bianchi, ma dopo la decisione di un imperatore di seppellire i corpi dei samurai uccisi in battaglia sotto gli alberi di ciliegio, iniziarono a diventare rosa per il sangue dei samurai che le radici risucchiavano.

Le origini dell’Hanami

Gli agricoltori allora si raccoglievano intorno alle piante di ciliegio (Sakura) e qui offrivano doni agli Dei per augurarsi un buon raccolto.

Più tardi l’usanza si spostò dal popolo agricolo alla corte imperiale che l’arricchì di piatti ricchi, sakè e contemplazione della fioritura e scrittura di poesie.

Oggi, a parte le antiche credenze, la fioritura dei ciliegi in Giappone attira un foltissimo gruppo di persone ad ammirarla, e l’evento per tutti diventa la giusta occasione per pic nic all’aperto, incontri con amici e parenti, un modo insomma per festeggiare all’aria aperta la bella stagione mangiando magari il Sakura Moki un dolce tipico del periodo a base di pasta di fagioli e riso all’interno di una foglia di ciliegio.

Essendo un periodo tanto breve, la festa si prolunga anche la notte quando si tende a parlare di Yozakura… la notte dei ciliegi.

Quando andare in Giappone per la fioritura dei ciliegi?

Una idea sarebbe quella di organizzare la vacanza dando un’occhiata alla fioritura dell’anno precedente in modo da avere un’idea delle date possibili, ma questo non è di certo un metodo infallibile.

Essendo il Giappone un’isola che si estende in lunghezza da nord a sud, la fioritura avviene in date diverse a seconda dell’area.
Potete prendere indicativamente a modello queste date:

Tokyo: 31 marzo con massimo splendore tra 7 e 16 aprile

Kyoto: 28 marzo con massimo splendore tra 2 e 12 aprile

Nagoya: 26 marzo con massimo splendore tra 2 e 10 aprile

Osaka: 29 marzo con massimo splendore tra 4 e 12 aprile

Hiroshima: 25 marzo con massimo splendore tra 31 marzo e 8 aprile

Sendai: 13 aprile con massimo splendore tra 18 e 26 aprile

Sapporo: 5 maggio con massimo splendore tra 7 e 14 maggio

Dove ammirare la fioritura dei ciliegi?

Tra i preferiti dai turisti sicuramente ci sono alcuni indirizzi di Tokio. Uno di questi è il Parco di Ueno ed i suoi mille alberi di ciliegio.
Poco distante dalla stazione di Ueno, in primavera è letteralmente affollato da turisti e giapponesi tovaglie a quadri e cibarie di ogni tipo.

Sempre a Tokio trovate il Santuario Yasukuni a due passi dalla fermata Otemaki sulla linea metropolitana Marunouchi Line.
Poco distante da questo santuario si trova anche il Parco Chidorigafuchi dove è bella la vista dei ciliegi da una delle imbarcazioni in mezzo al lago.

Fuori Tokio non potete mancare il Monte Yoshino vicino Nara che sembra essere il luogo di origine di queste piante di ciliegio.

Per una visita ed un pic nic vi consiglio anche il Parco Marumaya di Kyoto, il parco Kaminoyama, o il Sankeien di Yokohama, il parco del castello di Osaka.

di Redazione